Contenuto sponsorizzato

''Carne consegnata senza rispettare le norme igieniche'' la denuncia di Forza Italia. L'Azienda sanitaria predispone i controlli: ''Tutto regolare''

Dopo la denuncia il Servizio veterinario dell'Azienda sanitaria ha predisposto immediatamente i controlli. Non sono state trovate irregolarità nei negozi, nella movimentazione della carne e nemmeno nella documentazione

Di G.Fin - 25 August 2018 - 06:01

TRENTO. “Non è stata riscontrata alcuna irregolarità” questo il giudizio dato dal Servizio veterinario dell'Azienda sanitaria trentina sul rispetto delle normative riguardanti l'igiene in alcuni negozi che vendono carne e che si trovano in via Prepositura a Trento.

 

I controlli sono stati decisi a seguito di una segnalazione che è apparsa su Facebook da parte del consigliere comunale di Forza Italia, Cristian Zanetti. “Ho assistito alla consegna di carne davanti ad un negozio in via della Prepositura – aveva scritto in un comunicato con tanto di foto il consigliere - un furgone con il portellone completamente aperto, dunque esposto per diverso tempo ad agenti esterni (sottolineando che la temperatura in quel momento superava i 33 gradi) che emanava un odore indescrivibile ed una scia di sangue che colava dalle pareti interne. Il soggetto che ha effettuato la suddetta consegna non aveva alcun tipo di presidio stabilito da regolamento HACCP per il trasporto di alimenti”.

"Carne consegnata senza il rispetto delle norme igieniche". La denuncia di Forza Italia

Immediatamente il Servizio veterinario dell'Apss ha predisposto i controlli per verificare le condizioni di igiene in alcune attività, le modalità in cui vengono conservate le carni e la regolare documentazione di provenienza e trasporto.

 

“Non abbiamo rilevato alcuna criticità – spiegano dal Servizio – e l'odore che era stato segnalato è dato molto probabilmente dalla tipologia di carne, dei montoni giovani, a cui magari siamo poco abituati ormai.E' un odore piuttosto forte ma nulla di strano o irregolare”.

 

Le foto pubblicate dal consigliere mostravano anche un furgone con una sigla. Già giovedì, quando è arrivata la segnalazione, il Servizio veterinario dell'Azienda sanitaria aveva confermato che il mezzo era adatto per il trasporto delle carni fresche perché refrigerato. “Grazie alla documentazione tenuta in negozio e le banche dati a nostra disposizione – è stato confermato ieri dal servizio – abbiamo potuto verificare la completa regolarità del mezzo di trasporto”.

 

Tutti elementi, questi, che confermano comportamenti adeguati oltre alla gestione e alla movimentazione corrette delle carni. “Provengono tutti da stabilimenti di macellazione”.

 

Tra i punti segnalati da Zanetti vi era però anche il fatto che il trasportato della carne dal furgone al negozio era stato eseguito senza l'utilizzo di guanti. Anche su questo punto l'Azienda sanitaria ha chiarito la situazione.

 

“I guanti non sono obbligatori in questi casi” ha spiegato il Servizio veterinario. “Possono essere usati in talune operazioni ma certe volte diventano fonte di contaminazione soprattutto se non vengono cambiati. Per cui si preferisce lavarsi e disinfettarsi le mani”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 2 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
03 agosto - 11:52
Europeista, garante dell’autonomia ma anche ambientalista ed ecologista è questa la linea che emerge dal sondaggio condotto fra la base del [...]
Cronaca
03 agosto - 08:02
Tutta la famiglia è risultata positiva al covid-19. La moglie è stata ricoverata all'ospedale di Trento, sono 10 i pazienti al momento [...]
Società
03 agosto - 11:17
Il presidente e altri membri della maggioranza leghista hanno trasformato la campionessa olimpica, compagna di regata del trentino, da Banti in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato