Contenuto sponsorizzato

Ciao Dino: dal saluto dei fotografi della Nazionale di calcio al bagno di folla in chiesa a Trento

Ieri prima di Italia - Olanda i fotografi hanno tributato un ultimo saluto all'amico e collega Panato. Oggi oltre ai familiari, tantissimi amici, colleghi e conoscenti, si sono recati alla Chiesa del Sacro Cuore di Gesù nel suo quartiere, San Bartolomeo, per omaggiare il grande fotografo e abbracciare la famiglia

Pubblicato il - 05 giugno 2018 - 19:28

TRENTO. Macchine fotografiche al cielo e via una raffica di scatti per ricordare l'amico e collega Dino Panato. Il tutto prima della partita Italia - Olanda nella cornice dello Juventus Stadium. Questo ieri quando anche il Dolomiti lo omaggiava con un toccante ricordo scritto dall'amico di lunga data Nereo Pederzolli. Oggi, invece, c'ha pensato la sua città a tributargli l'ultimo addio

 

Trento tributa l'addio a Dino Panato

 

Un ultimo saluto partecipatissimo e commosso a Panato. Un autentico bagno di folla. Oltre ai famigliari, tantissimi amici, colleghi e conoscenti si sono recati alla Chiesa del Sacro Cuore di Gesù nel suo quartiere, San Bartolomeo, per omaggiare il grande fotografo prima dell'ultimo viaggio.

 

Una vita passata a mettere a fuoco i principali avvenimenti sportivi come le Olimpiadi e le serie A, ma anche i fatti di cronaca immortalati per Alto Adige prima e Trentino poi. Tantissime le persone che non hanno voluto far mancare un abbraccio e una carezza alla moglie Franca e ai figli Daniele e Matteo.

 

Tante anche le personalità, assessori e consiglieri comunali e provinciali, i tecnici Rolando Maran e Christian Maraner, tutti stretti attorno alla famiglia Panato. Ma prima della celebrazione un momento più intimo dal punto di vista professionale, quando fotografi e giornalisti si sono riuniti davanti alla bara per un momento di raccoglimento.

 

 

Quindi don Lino Zatelli ha preso in mano la liturgia tra qualche aneddoto e un saluto ai tantissimi colleghi di Dino che non sono voluti mancare a questo momento. 

 

Spazio anche al commosso saluto dei nipoti e alle note di "Let it be" dei Beatles e "Hallelujah" di Leonard Cohen suonate e cantate dalla band composta da Roberto Gorgazzini, Lorenzo Larentis e Gisella Ferrarin

 

Qualche lacrima, tanti applausi e un filo conduttore comune. "Ciao Dino, ci mancherai". 

 

IL FOTOGRAFO DINO PANATO

IL RICORDO DI NEREO PEDERZOLLI

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 05:01

La nuova Giunta della provincia di Trento non ha mai nascosto la sua contrarietà per dei progetti ritenuti troppo ''calati dall'alto'' anche se il calo delle risorse pubbliche impone delle scelte. In Trentino, tra l'altro, ci sono poco quasi 70 Comuni con meno di 1.000 abitanti contro una quindicina in Alto Adige eppure Kompatscher ha scelto (e ottenuto di finanziare) una strada opposta a quella trentina

09 dicembre - 19:38

In una conferenza stampa altisonante, la Lega trentina ha annunciato la sua presenza in piazza in concomitanza con il resto d'Italia per spiegare alla cittadinanza le politiche fiscali del governo giallo-rosso e per dire no a nuove tasse. Peccato che la manovra provinciale finisca proprio per aumentare le imposte (taglio delle esenzioni al pagamento dell'Irpef e dei ticket sanitari per tutti), colpendo i ceti più deboli e favorendo quelli più benestanti

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato