Contenuto sponsorizzato

Cocaina, eroina e hashish, aveva due etti di droga in casa e tre cellulari per accontentare i clienti, un uomo in manette

Guardia di finanza in azione con le unità cinofile, un'operazione che ha portato all'arresto di un tunisino. Da novembre cinque persone arrestate e oltre mezzo chilo di stupefacenti sequestrato 

Pubblicato il - 11 gennaio 2018 - 18:36

TRENTO. E' stato 'pizzicato' con circa due etti di droga leggera e pesante per un valore complessivo di 5 mila euro. Nei guai un tunisino che è stato arrestato al termine di un'operazione della guardia di finanza.

 

Le fiamme gialle di Trento stavano monitorando da qualche tempo alcune persone extracomunitarie, note per essere assidue frequentatrici del centro storico. Una volta individuata l'abitazione in via Ponte Alto, le forze dell'ordine sono entrate in azione con le unità cinofile.

 

Il risultato è il sequestro di 51,7 grammi di cocaina, 51,5 grammi di eroina e 77,9 grammi di hashish. A questo si aggiungono 7 grammi di sostanza da taglio, due bilancini di precisione, tre cellulari, 1.445 di euro e materiale vario per il confezionamento della sostanza stupefacente.

 

Il tunisino è stato arrestato e portato al carcere di Spini. Questa operazione si aggiunge agli ultimi colpi messi a segno dalle fiamme gialle: da novembre scorso i finanzieri hanno sequestrato oltre mezzo chilo di stupefacenti e messo le manette ai polsi di cinque persone.

 

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 21.00 del 18 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 06:01

Al momento dell'annuncio Ugo Rossi si è seduto al suo fianco. "Panizza uomo generoso, ha lavorato per l'autonomia e senza di lui non sarei nemmeno qui, non avrei raggiunto i vertici dell'amministrazione provinciale". Dopo il prossimo congresso tornerà ad essere un semplice iscritto

18 settembre - 18:41

Confermati gli assessori uscenti e i consigliri che hanno dato la loro disponibilità; Manica e Maestri. Dentro anche Andrea Robol ma non c''è Chiara Avanzo che sembrava in dirittura d'arrivo nel Partito democratico. Bocciata l'ipotesi del capolista

18 settembre - 20:31

I promotori chiedono a tutti i cittadini di sottoscrivere questo appello attraverso la petizione on-line sul sito www.votaperilclima.it.  La prima azione è quella di istituire un assessorato all'Ambiente e al Clima

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato