Contenuto sponsorizzato

Erano stati arrestati per vilipendio in Thailandia, presi di mira sul web sono pronti a denunciare per diffamazione

I due giovani altoatesini erano stati condannati a sette mesi di reclusione con la condizionale, 100 euro di multa e l'espulsione dal Paese asiatico. Anche la Farnesina e l'Ambasciata italiana erano intervenuti per farli rientrare il prima possibile

Pubblicato il - 09 June 2018 - 11:57

BOLZANO. Non è ancora conclusa la vicenda di Tobias Gamper e Ian Gerstgrasser, gli altoatesini arrestati nel gennaio 2017 per vilipendio alla bandiera della Thailandia.

 

I due giovani si erano resi protagonisti in vacanza della bravata che era costata la condanna a sette mesi con la condizionale in aggiunta alla sanzione di 100 euro a testa e l'espulsione dal Paese asiatico. Anche la Farnesina e l'Ambasciata italiana erano entrate in azione per riportare Gamper e Gerstgrasser a casa il prima possibile.

 

Erano atterrati a Bangkok e sarebbero dovuti andare a Koh Pangan e Koh Samui, ma la loro vacanza si era interrotta quasi subito dopo 800 chilometri nell'abitato di Krabi.

 

L'accusa era di vilipendio e le loro immagini avevano fatto il giro del mondo, mentre con sguardo basso e mani congiunte chiedevano scusa alla Thailandia per l'oltraggio causato dopo aver strappato e buttato a terra alcune bandiere. Si erano giustificati dicendo che erano ubriachi e che in Italia "la bandiera non è così importante".

 

Nella giornata di venerdì l’intera vicenda è stata ricostruita davanti al giudice delle indagini preliminari Peter Michaeler. All’epoca in internet vennero diffusi due video in cui si notavano i due giovani strappare alcune bandiere thailandesi e poi cercare di scusarsi all’interno di una caserma di polizia.

 

In poche ore il video aveva raggiunto i 165 mila utenti in internet:  al rientro in Italia i due giovani altoatesini vennero travolti da una serie di commenti, in alcuni casi molto pesanti.

 

Nei confronti di quegli utenti che sulla bacheca di Facebook (accessibile a tutti e dunque pubblica) hanno offeso Gamper e Gerstgrasser è molto probabile che il procedimento penale vada avanti con l’ipotesi di reato di diffamazione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 March - 11:24

Preoccupa la variante sudafricana che è stata trovata in 15 comuni che per un'altra settimana avranno misure restrittive maggiori. Nelle ultime 24 ore sono aumentati di otto i pazienti ricoverati nei reparti ordinari degli ospedali 

07 March - 09:49

"Abbiamo una sede di 500 metri quadri coperti e un parcheggio privato di 18 posti auto con altri parcheggi vicini” ha spiegato l'Imam Aboulkheir Breigheche. Yassine Lafram, presidente dell'Unione delle Comunità Islamiche del nostro Paese: “Con grande sensibilità per il tema della sanità pubblica e un grande senso di appartenenza siamo disponibili a dare il nostro contributo per uscire tutti insieme al più presto da questa situazione”

07 March - 09:13

Secondo una prima ricostruzione l’auto, una Fiat Panda, guidata dal 35enne ha accidentalmente invaso la corsia opposta proprio mentre stava sopraggiungendo il furgone guidato dal fratello Manuel. L’impatto è stato terribile, nell’incidente ha perso la vita Amos Dalla Verde

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato