Contenuto sponsorizzato

Gommisti abusivi, sequestro dei macchinari e multa salata della Guardia di Finanza a due attività

Pubblicato il - 24 gennaio 2018 - 18:50

CLES. Eseguivano montaggio, smontaggio ed equilibratura di pneumatici senza averne l'autorizzazione. La Guardia di Finanza di Cles, durante dei servizi di controllo in materia di disciplina prezzi ai distributori stradali di carburanti, ha scoperto tra ieri e oggi, in Val di Sole, due attività abusive i cui titolari svolgevano l'attività senza l’autorizzazione prevista dalla Legge nazionale 122/92 che disciplina il settore delle autoriparazioni.

 

Le Fiamme Gialle hanno provveduto al sequestro amministrativo di tutti i macchinari utilizzati per il cambio gomme, del valore di oltre 3 mila euro ognuno, infliggendo a entrambi una sanzione che, pagata entro 60 giorni, ammonta a 5.165 euro.

 

La normativa Nazionale prevede che per l’esercizio delle attività di autoriparazione (elettrauto, meccanica, motoristica, carrozzeria e gommista), sia necessaria l’iscrizione all’apposito albo, previa verifica di specifici requisiti, certificati dal Ministero dello Sviluppo Economico, ciò al fine di garantire all’utente finale del servizio che i lavori eseguiti sui veicoli siano stati svolti da personale la cui preparazione e professionalità sia certificata ufficialmente.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 luglio - 19:29

La settimana scorsa il vicepresidente della circoscrizione di Gardolo, il leghista della prima ora Pacifico Mottes, ha ufficializzato la sua uscita del partito. Il segretario Bisesti: "Per l'affetto sincero che provo per lui non commento". Malumori ci sarebbero però anche in altre zone del territorio

16 luglio - 18:08

Buona la prima per il 30enne Edoardo Fumagalli e per la sua nuovissima brigata: tutti giovani, alcuni già con esperienze internazionali. Matteo Lunelli: "Scelto per bravura, per la sua carica giovanile, per la sua voglia di confrontarsi col mondo"

16 luglio - 16:21

L'ok arriva dopo l'esame in camera di consiglio dei due ricorsi del presidente del consiglio contro Trentino e Alto Adige. La Consulta ha dichiarato non fondata la questione di legittimità costituzionale. Rossi: "E adesso vengano elaborati i piani di gestione come abbiamo chiesto a inizio anno, anche se Zanotelli dice che non servono"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato