Contenuto sponsorizzato

Polizia e Finanza scovano una officina abusiva, padre e figlio ora rischiano una multa di oltre 15 mila euro

Le indagini sono iniziate dopo i sospetti nati dal transito di un furgone che scaricava pneumatici davanti ad un garage accanto ad un edificio

Pubblicato il - 15 maggio 2019 - 18:51

SORAGA. Avevano trasformato un'autorimessa privata in una sorta di officina dove svolgere un'attività abusiva di riparazione autovetture. A finire nei guai sono stati padre e figlio, l’uno dipendente pubblico e l’altro dipendente di una società privata.

 

A scovarli è stato il personale del distaccamento Polizia Stradale di Predazzo e della Tenenza della Guardia di Finanza di Cavalese che sono intervenuti sabato.

 

L’operazione è partita dagli agenti della polizia stradale, insospettiti dal transito di un furgone che scaricava pneumatici davanti ad un garage accanto ad un edificio. E' iniziato quindi il monitoraggio per diversi giorni dell’attività abusiva che si svolgeva all’interno dell’autorimessa, documentata anche fotograficamente.

 

La Guardia di Finanza aveva ipotizzato la possibilità che nell’edificio vi fosse un’officina “in nero”, priva della prescritta iscrizione nel registro delle imprese degli esercenti e dei titoli autorizzativi previsti per legge per l’esercizio dell’attività.

 

È stato pertanto predisposto e coordinato dai due Uffici un intervento congiunto, grazie al quale all’interno dell’autorimessa privata è stata rinvenuta la presenza delle attrezzature tecniche necessarie per le riparazioni di autovetture.

 

Al responsabile dell’attività, non iscritto alla Camera di Commercio così come prescritto dalla legge, è stata notificata la violazione dell’articolo 10 della Legge 122 del 5/02/1992, la cui sanzione amministrativa prevede un minimo di 5.164 euro ed un massimo di 15.493 euro, nonché la confisca delle attrezzature e delle strumentazioni utilizzate per l'attività illecita.

 

La polizia stradale di Predazzo procederà inoltre alla contestazione degli illeciti amministrativi nei confronti dei proprietari dei veicoli che si sono avvalsi del lavoro svolto abusivamente dai due soggetti, la cui sanzione prevede da un minimo di 51 euro ad un massimo di 258 euro.

 

Per quanto riguarda l’attività prettamente fiscale derivante dall’esercizio abusivo dell’attività di autoriparazione, la Tenenza della Guardia di Finanza di Cavalese sta procedendo alla ricostruzione dell’attività svolta nel corso degli ultimi anni e del volume d’affari conseguito.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 dicembre - 18:30

Il Trentino chiede date certe al Governo e ribadisce la sua volontà di aprire gli impianti, ovviamente ai turisti prima che ai residenti. Intanto però oggi si contano altri 8 morti e il totale della seconda ondata sale a 257 mentre le persone in terapia intensiva restano 44 

01 dicembre - 19:16

Da oggi tutti i pazienti oncologici che hanno la necessità di sottoporsi alle sedute di chemioterapia, ma anche di ricevere supporto psicologico, devono recarsi al Santa Chiara. "Il tema sanità è sempre stato cavalcato delle varie forze politiche di governo e quando nel 2018 sentivo parlare di cambiamento mi chiedevo a che cosa si alludesse. Ora l’ho capito: cambiamento per la Giunta significa togliere servizi, significa risparmiare, significa tagliare, significa sanità Trento-centrica"

01 dicembre - 19:49

Sono 450 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 156 positivi a fronte dell'analisi di 2.026 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,7%

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato