Contenuto sponsorizzato

Guida ubriaco, travolge e uccide il dirigente dell'Arena. Accusato di omicidio stradale un 35enne di Rovereto

L'incidente è avvenuto la notte scorsa. Il 35enne, sottoposto ad etilometro, è risultato con valori di 1,42 e 1,47 g/l. L'uomo travolto è stato trasportato in fin di vita all’ospedale di Borgo Trento ed è morto nella nottata 

Pubblicato il - 30 luglio 2018 - 13:05

ROVERETO. Un uomo di 35 anni di Rovereto è stato accusato di omicidio stradale aggravato a seguito dell'incidente avvenuto questa notte sull'autostrada del Brennero dell'A22 che ha portato alla morte del direttore commerciale e marketing della Fondazione Arena di Verona, Corrado Ferraro.

 

Secondo i primi elementi, Ferraro, 56 anni, si trovava alla guida del suo scooter quando è stato tamponato dall'auto, riportando ferite gravissime.Trasportato in fin di vita all’ospedale di Borgo Trento, è morto nella nottata .

 

L'uomo alla guida dell'auto, nei controlli effettuati dalla Polizia stradale è risultato positivo all'alcol test ed è indagato per omicidio stradale aggravato. Nelle due prove all'etilometro è risultato con valori di 1,42 e 1,47 g/l. Attualmente si trova rinchiuso nel carcere veronese di Montorio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 settembre - 05:01
L'Azienda provinciale per i servizi sanitari ha deliberato l'acquisto di 91 mila test rapidi a 409.500 euro, ma in Trentino la volontà sempre quella di puntare principalmente sui tamponi: "I test rapidi sono utili per controllare un elevato numero di persone e conseguentemente evitare chiusure di attività quali scuole e imprese. Sono armi importanti per scongiurare un eventuale ritorno al lockdown"
19 settembre - 19:47

Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.375 tamponi, 22 i test risultati positivi per un rapporto che si attesta a 0,9%. Contagi a Castelnuovo e nell'Alto Garda

19 settembre - 19:05

La criminalità si insinua tra le piccole e medie imprese con un aumento, nel corso del 2019  delle segnalazioni delle operazioni di riciclaggio. La Cgia di Mestre: “Secondo una nostra stima su dati della Banca d’Italia ammonta a circa 170 miliardi di euro l’anno il fatturato ascrivibile all’economia criminale presente in Italia"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato