Contenuto sponsorizzato

In mostra la bandiera d'Italia regalata da Cadorna alla Città di Ala: ''Omaggio agli alpini''

Un dono che risale al 1915, durante la Prima guerra mondiale. L'esposizione in biblioteca da venerdì a sabato. Giovedì l'inaugurazione alle 18

Pubblicato il - 09 May 2018 - 19:57

ALA. Nella biblioteca di Ala, conservata con la cura del caso, è conservata una bandiera con lo stemma sabaudo, donata alla città dal generale Cadorna. Oltre ad altri documenti, questo è senza dubbio il pezzo forte che sarà esposto in una mostra in concomitanza dell'Adunata degli Alpini.

 

Un dono che risale al 1915, durante la Prima guerra mondiale. La città, che venne subito presa dagli italiani, ricevette dopo la fine del conflitto l'attestato di benemerenza e la croce al merito “per l'italianità ed il patriottismo”. I documenti che raccontano queste vicende verranno esposti in biblioteca, a partire da giovedì 10 maggio, in una mostra organizzata assieme al gruppo alpini “Mario Sartori”.

 

Il vessillo ricorda i fatti del maggio 1915: la fanteria italiana invase l'Italia subito dopo la dichiarazione di guerra all'Impero Austroungarico. L'esercito arrivò ben presto ad Ala, e portava con sé una bandiera, come voleva il generale Cadorna.

 

Fu il generale Cantore a consegnare la bandiera alla città di Ala. Quella bandiera venne issata sulla torre del Castello del Buonconsiglio il 3 novembre 1918. Pochi anni dopo il tricolore con stemma sabaudo venne solennemente consegnato al sindaco di Ala Luigi Zanotti il 27 maggio del 1922.

 

“Il Sindaco di Ala riceve in consegna lo storico e glorioso gonfalone della Città e solennemente promette per sé e i suoi successori che sarà religiosamente conservato e custodito affinché le genti presenti e future ricordino sempre le virtù cittadine e nazionali degli avi e seguano l’esempio di virtù di abnegazione, di forza da loro dimostrato”, recita il verbale di consegna.

 

Tra gli altri documenti in esposizione, ci saranno l'attestato di benemerenza conferito al Comune nel 1969, “per l’alta opera di italianità svolta a perpetuare il ricordo dei valorosi”; e quello per la Croce al merito, conferito alla città nel 1921 per “l’ammirevole condotta serbata e per le prove di alto patriottismo date durante la guerra 1915-1918”.

 

La mostra fotografica e documentaria verrà inaugurata giovedì alle 18 in biblioteca e sarà visitabile venerdì e sabato, dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19. La mostra fotografica e documentaria è curata della Biblioteca comunale di Ala e dal Gruppo Alpini “Mario Sartori” di Ala; costituisce l’anteprima di un’esposizione più articolata che avrà luogo ad Ala fra i mesi di ottobre e novembre.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 February - 18:14

Il dirigente dell'Azienda Sanitaria Pier Paolo Benetollo ha spiegato che ad oggi "Il numero di varianti che stiamo trovando è limitato''. Sono in totale quattro le mutazioni inglesi registrate fino ad oggi in Trentino 

26 February - 18:02

Adesso si parte con la fase successiva. Il virologo del Cibio, Massimo Pizzato: "La prossima settimana prevediamo di proseguire con lo studio. Un migliaio di analisi in parallelo ai tamponi molecolari per verificare la sensibilità dei test salivari. Poi si parte a regime, questo step dovrebbe iniziare a metà marzo"

 
26 February - 17:55

Confermata la permanenza del Trentino in zona arancione. Con un indice Rt dell'1.07 (ma con rischio moderato e alta probabilità di progressione), la provincia continuerà a essere interessata da misure come il divieto di lasciare il proprio Comune e la chiusura al pubblico di bar e ristoranti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato