Contenuto sponsorizzato

Incendio di via Maccani, in arrivo sette appartamenti pubblici per gli sfollati

Nel rogo 14 famiglie hanno perso tutto. Le abitazioni saranno disponibili da metà gennaio

Pubblicato il - 18 dicembre 2018 - 15:48

TRENTO. Incendio di via Maccani: poco dopo le festività natalizie i nuclei familiari che hanno perso gli appartamenti interessati dalle fiamme troveranno una nuova casa, a loro disposizione per diversi mesi.

 

L'intervento è del Comune in collaborazione con l'Istituto trentino per l'edilizia abitativa. Lo spiega l'assessore alle Politiche sociali, familiari e abitative Mariachiara Franzoia: "Abbiamo aperto una procedura d'urgenza con Itea per l'assegnazione degli alloggi. In caso di persone in grave difficoltà la legge 15 del 2005 lo consente".

 

I nuclei familiari che vivevano nella palazzina andata in fiamme nella notte tra il 30 novembre e l'1 dicembre sono in totale 14. Alcuni tra i residenti hanno potuto contare su amici e parenti, altri invece sono ospitati temporaneamente a titolo gratuito al convento delle Laste.

 

"Su 14 famiglie cinque sono riuscite autonomamente a trovare una soluzione - continua Franzoia - due sono state indirizzate in altrettanti appartamenti messi a disposizione della Fondazione Crosina Sartori Cloch. Altri sette nuclei sono in attesa degli alloggi messi a disposizione. Siamo in attesa di una conferma di Itea, già anticipata a parole. Speriamo entro la metà di gennaio di poter indirizzare queste persone negli appartamenti".

 

Attorno a chi ha perso tutto, ricorda sempre l'assessore, si è creata una "solida rete". Nelle parrocchie sono stati raccolti abiti da donare alla trentina di persone che nella palazzina in fiamme avevano tutti i loro beni.

 

Gli appartamenti messi a disposizione con la procedura d'urgenza sono di due tipi: in base all'Icef della singola famiglia sono messi a disposizione per tre anni rinnovabili di due o, in alternativa, per 18 mesi. "Poi chi lo vorrà potrà fare domanda a Itea" ricorda Franzoia.

 

Alla trentina circa di persone rimaste senza casa ("I nuclei sono composti da due-tre persone") si aggiungono infine tutti gli uffici ospitati nel condominio che ora dovranno trovare una collocazione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 giugno 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 giugno - 09:50

L'iniziativa rivolta a tutti i cittadini che soffrono il caldo e possono trovare un po' di fresco nei locali che il corpo di Arco ha deciso di mettere a disposizione. Il comandante Bonamico: "E' il terzo anno che apriamo le porte della caserma per aiutare chi soffre il caldo ed è un modo per stare sempre vicini alla comunità"

25 giugno - 06:01

Il post di uno studente sulla pagina Facebook ''Spotted: Unitn'' ha aperto il dibattito sulla questione delle ''carriere alias''. La prorettrice Poggio: ''“L'Università di Trento è stata tra i primi atenei in Italia ad adottare una procedura per il rilascio del 'doppio libretto' per gli studenti o le studentesse in transizione di genere ma con il passaggio al libretto elettronico si sono avuti problemi''

25 giugno - 08:22

E' stato portato all'ospedale Santa Chiara dove si sta riprendendo. I carabinieri hanno avviato le indagini per ricostruire quello che è successo e cercare di individuare l'autore dell'accoltellamento. La rissa con una decina di persone è scoppiata domenica mattina 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato