Contenuto sponsorizzato

Ledro riceve la bandiera arancione del Touring Club Italiano

 Genova, alla cerimonia che ha visto la presenza di oltre 150 Sindaci tutt’Italia, era presente il primo cittadino Renato Girardi accompagnato da Maria Demadonna, presidente del Consorzio per il Turismo

Pubblicato il - 23 gennaio 2018 - 18:38

LEDRO. Una località che non solo gode di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sa anche offrire al turista un’accoglienza di qualità. Vi è anche Ledro nella prestigiosa lista dei 227 Comuni premiati dal Touring Club Italiano con le Bandiere arancioni del triennio 2018-2020.

 

Un riconoscimento che viene pensato dal punto di vista del viaggiatore e della sua esperienza di visita. Ha una validità temporanea e ogni tre anni i Comuni devono ripresentare la candidatura ed essere sottoposti all’analisi del TCI che verifica la sussistenza degli standard previsti e garantisce così ai viaggiatori un costante monitoraggio della qualità dell’offerta turistica e alle amministrazioni uno stimolo al miglioramento continuo.

 

La Bandiera arancione porta benefici reali e tangibili (i dati TCI indicano un +45% di arrivi dall’anno di assegnazione) e supporta un vero e proprio circolo virtuoso: i dati raccolti restituiscono un quadro estremamente positivo, in molti casi in controtendenza rispetto al resto del Paese.

 

A Genova, alla cerimonia che ha visto la presenza di oltre 150 Sindaci tutt’Italia, era presente il primo cittadino Renato Girardi accompagnato da Maria Demadonna, presidente del Consorzio per il Turismo.

“Per la valle di Ledro - spiegano il sindaco Girardi e la presidente Demadonna - questo è il giusto riconoscimento dell’impegno svolto in questi anni dagli amministratori, dagli imprenditori e dall’ente di promozione turistica finalizzata a valorizzare dell’offerta del nostro territorio “.

 

Un impegno che ha portato la piccola comunità ad entrare nella top ten delle destinazioni turistiche estive del Trentino. Ciò grazie ad un mix di collaborazioni e di iniziative, che passano anche con la totale valorizzazione del nostro ambiente: il lago in prima battuta, ma poi la Biosfera e le Palafitte tutelate dall’Unesco e quel meraviglioso entroterra, per utilizzare il termine usato dal Touring Club che di fatto costituisce una palestra a cielo aperto dove chiunque trova le motivazioni ideali per svolgere attività fisica intesa come semplice movimento, come test fisico per testare le proprie capacità o come opportunità di allenamento ad alto livello, ideale per gli agonisti e i grandi campioni.

 

Bandiere arancioni è il primo programma di sviluppo e valorizzazione turistica dei borghi in Italia e, ancora oggi, l’unico dedicato esclusivamente a comuni con meno di 15.000 abitanti dell’entroterra. Tra le Regioni è la Toscana quella più arancione d’Italia (con 38 riconoscimenti), seguita da Piemonte (28) e dalle Marche (21). Su oltre 2.800 candidature in questi 20 anni solo l’8% ha ottenuto il riconoscimento.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 luglio - 16:16
Il totale resta quindi a 5.495 casi e 470 vittime da inizio epidemia. Sono 4.983 i guariti da Covid-19. Sono stati analizzati 1.196 (340 letti da Apss, 584 da Cibio e 272 da Fondazione Mach) tamponi, nessun test è risultato positivo
05 luglio - 11:58

La candidata di “Si può fare” sostiene di essere la prima e unica donna in corsa per la carica di sindaca a Trento, ma non è così. Nel 2009 e nel 2015 Sinistra e Lega Nord presentarono due donne, mentre oggi c’è la candidata pentastellata: “Si vede che la mia avversaria non segue l’attività politica della città, nel M5s non abbiamo problemi con la parità di genere”

05 luglio - 10:19

Mentre a Bolzano si riparte oggi con i negozi aperti ad orario completo dopo due mesi di chiusura per il lockdown dando spinta all'economia, a Trento entra in vigore la legge di Failoni e Fugatti che stabilisce la chiusura dei punti vendita. 
E' scontro con il Comune, l'assessore Stanchina: "Ancora una volta una confusione terribile e danni economici per la città. L'Amministrazione farà di tutto per tutelare i propri commercianti"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato