Contenuto sponsorizzato

Morto il 20enne che dopo la condanna per lo stupro a Maso Ginocchio aveva tentato il suicidio

Il 14 novembre dopo essere tornato in carcere aveva tentato di suicidarsi. Era stato portato all'ospedale Santa Chiara. Ieri il decesso

Pubblicato il - 21 novembre 2018 - 08:47

TRENTO. Il 14 novembre aveva affrontato il processo assieme ad altri quattro nigeriani, tutti accusati per lo stupro di gruppo che si era consumato nel 2017 a Maso Ginocchio. Condannato a 7 anni e 4 mesi di reclusione era tornato in carcere e subito dopo aveva tentato il suicidio.

 

Si tratta di un 20enne nigeriano. Immediatamente era stato dato l'allarme e sul posto si era portata un'ambulanza in codice rosso che in condizioni gravi ha trasportato il giovane all'ospedale Santa Chiara in prognosi riservata.

 

Ieri, però, i medici hanno dovuto dichiararne il decesso. Sulla morte si è già mossa la procura che avvierà delle verifiche.

 

Il giovane era stato ritenuto colpevole dello stupro avvenuto a Maso Ginocchio. Per lui era stata inflitta una condanna superiore a quella richiesta dal Pubblico ministero che aveva chiesto sei anni.

 

Tra le prove di colpevolezza a suo carico vi era anche il possesso dello zainetto della ragazza che aveva subito la violenze.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 giugno 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 giugno - 06:01

Ci sono date che incarnano più di altre i passaggi decisivi della storia di un Paese. Il 2 giugno 1946 ha per una famiglia roveretana una doppia valenza, legata alla vicenda di un fante partito per la guerra in Africa settentrionale, caduto prigioniero degli inglesi e ritornato in patria proprio quando c'era da decidere tra "Repubblica" e "Monarchia". Riabbracciati i propri cari, Aldo Farinati non avrebbe avuto dubbi su cosa votare

01 giugno - 19:46

Ci sono 5.435 casi e 466 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. I tamponi analizzati sono stati 685 (326 letti da Apss e 359 da Fondazione Mach) per un rapporto contagi/tamponi che si attesta a 0,44% di test positivi. Sono 3 i nuovi casi e nessun morto legato a Covid-19 nelle ultime 24 ore

01 giugno - 18:47

Preoccupano i mesi di settembre e ottobre con l'arrivo dell'influenza ma soprattutto gli affollamenti nei luoghi al chiuso. Ferro: "E' terreno fertile per il coronavirus, riconoscerlo dall'influenza è difficile per questo abbiamo impostato una vaccinazione di massa"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato