Contenuto sponsorizzato

Non era rientrato a casa, Stefano Alfarè è morto assiderato

Il corpo è stato ritrovato venerdì sul greto del torrente Mandola a Calceranica. Tra le ipotesi una caduta lungo il sentiero oppure il malore, quindi il decesso è giunto per assideramento, gli accertamenti medici stabiliranno le esatte cause

Pubblicato il - 06 January 2018 - 01:45

CALCERANICA. E' stato trovato senza vita Stefano Alfarè, 46enne di Calceranica. Si era allontanato da casa giovedì scorso, mentre il corpo è stato ritrovato venerdì sul greto del torrente Mandola.

 

Non sono ancora chiare le cause della morte, tra le ipotesi ci sono quelle di una caduta lungo il sentiero oppure un malore, e quindi il decesso è sopraggiunto per assideramento.

 

Dopo l'allarme, i vigili del fuoco volontari si erano messi alla ricerca dell'uomo fino al ritrovamento del corpo alla periferia del paese. Sul posto è giunto il personale sanitario che, purtroppo, non ha potuto far altro che constatare il decesso.

 

Non sono ancora chiare le dinamiche dell'accaduto e i carabinieri stanno ricostruendo le ultime ore di vita di Alfarè, che lascia due fratelli e la madre, mentre gli accertamenti medici stabiliranno l'esatta causa della morte.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 18 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 maggio - 19:18
Traffico intenso sull'Autostrada del Brennero con code e rallentamenti verso il capoluogo, un mezzo in panne tra Affi e Ala/Avio: 4 chilometri di [...]
Cronaca
20 maggio - 18:33
Molti pullman sono ancora in coda e tra le persone comincia a serpeggiare la paura di non arrivare in tempo per il concerto. Intanto dalle 17 è [...]
Cronaca
20 maggio - 16:23
I volontari impegnati nelle organizzazioni che fanno parte del sistema trentino della Protezione civile vedono l'entrata in campo di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato