Contenuto sponsorizzato

Ripreso mentre si masturba in corriera, denunciata per atti osceni persona con problemi psichici

E' stata esclusa qualsiasi pericolosità sociale e qualsiasi forma di esibizionismo mentre è stata ribadita, piuttosto, la necessità di cure e assistenza

Pubblicato il - 09 aprile 2018 - 13:11

CANAZEI. E' un ragazzo con problemi psichici, una persona che non è considerata pericolosa socialmente né con manie di esibizionismo, che era convinta di non essere vista e che è seguita dai servizi sociali dell'Apss. E' stato rintracciato e denunciato per atti osceni l'uomo di 38 anni che era stato filmato di nascosto con un cellulare da una passeggera su una corriera per Canazei circa un mese fa. La notizia, ovviamente, aveva fatto il giro del web scatenando piogge di commenti razzisti. 

 

Oggi i carabinieri di Cavalese hanno spiegato che dopo aver sentito i testimoni e averlo rintracciato (anche in base al giubbotto) lo hanno denunciato per atti osceni. L'uomo, che ha ammesso le proprie responsabilità, è un cittadino di origine nigeriana, regolare, in Trentino per motivi di lavoro che è in cura per problemi psichici. Stando a quanto ricostruito dai militari avrebbe ricevuto delle immagini sul suo cellulare e senza rendersi bene conto di dove si trovasse e di essere ''osservato'' avrebbe cominciato a masturbarsi.

 

E' stata, quindi, esclusa qualsiasi pericolosità sociale e qualsiasi forma di esibizionismo mentre è stata ribadita, piuttosto, la necessità di cure e assistenza.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 4 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
04 agosto - 20:31
In vista di venerdì 6 agosto e dell'entrata in vigore del Green Pass, l'associazione dei Rifugi del Trentino ha stilato una lista di linee guida [...]
Cronaca
04 agosto - 19:40
Trovati 29 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 2 guarigioni. Ci sono 9 pazienti in ospedale, di cui 1 persona in [...]
Economia
04 agosto - 21:20
L'Antitrust dell'Unione europea ha approvato il regime italiano da 430 milioni di euro per risarcire i gestori degli impianti di risalita per i [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato