Contenuto sponsorizzato

Ritrovati per il giubbotto rosa dopo una notte sul ghiacciaio del Presena

Erano scomparsi da ieri, padre e figlia di origini inglesi. L'allarme lanciato giovedì dall'albergo che non li ha visti rientrare. Tutta la macchina dei soccorsi si è mobilitata, dalla Sagf all'Esercito, dal nucleo elicotteri alla guardia di finanza

Pubblicato il - 16 February 2018 - 13:40

PASSO DEL TONALE. Sono stati salvati per il giubottino rosa dopo una notte trascorsa al freddo sul Presena. Erano scomparsi da ieri, padre e figlia di origini inglesi, che dalla mattina avevano fatto perdere le loro tracce. Sono stati fortunatamente ritrovati illesi.

 

Gary Alan Raine, 56 anni, e la figlia Natalie di 13 anni stanno bene, anche se hanno passato tutta la notte all'aperto. Appena rintracciati dai soccorritori sono stati visitati dal medico che non ha riscontrato particolari sofferenze fisiche.

 

A dare l'allarme, ieri intorno alle 20, è stato l'albergo dove i due turisti soggiornavano e la macchina dei soccorsi si è mobilitata immediatamente. Solo un punto fermo, l'ultimo passaggio dello skipass era delle 10.30, poi nessuna notizia.

Le ricerche hanno coinvolto anche il Reparto aereo della guardia di finanza di Bolzano e il personale Sagf di Tione. Sono stati attivati anche gli elicotteri del 118 di Trento e quelli dell'Esercito italiano di Bolzano che in modalità notturna hanno effettuato una perlustrazione con un primo esito negativo.

 

Ricerche che sono riprese nella mattinata di oggi, quando l’AB412 delle fiamme gialle ha imbarcato personale cinofilo da soccorso del Sagf di Tione per partire alla ricerca dei dispersi e il sorvolo ha interessato tutte le aree innevate della Val di Genova, zona quest'ultima già ricognita dal 118 che si trovava a quota superiore.

 

Dopo una prima verifica del rifugio Città di Trento, l'equipaggio è riuscito a individuare in lontananza un punto di colore rosa, cioè la giacca della bambina dispersa insieme al padre.

 

A quel punto l'elicottero è atterrato in zona impervia per far scendere le unità cinofile e il soccorritore per raggiungere le persone in difficoltà. I militari del Sagf hanno messo in sicurezza i dispersi per caricarli sull'elicottero, a bordo del quale hanno ricevuto una prima assistenza, compreso del thè caldo, e quindi sono stati riaccompagnati in albergo.

 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione dell'8 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
09 agosto - 00:18
Il segretario politico del Patt, Simone Marchiori, dopo il vertice degli autonomisti: "L'uscita di Azione dalla coalizione modifica gli equilibri e [...]
Politica
08 agosto - 20:07
Presente al Palazzo della Provincia la ministra per le disabilità in occasione della presentazione del progetto "Trentino per tutti" che [...]
Cronaca
08 agosto - 19:12
La Pat comunica che, in seguito al sopralluogo dei tecnici, anche gli ultimi 5 evacuati sono stati fatti rientrare a casa a Muncion (frazione di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato