Contenuto sponsorizzato

Scivola in un canalone, muore scialpinista trentino

L'allarme è scattato intorno alle 10, quando il compagno di escursione arrivato in cima ha trovato solo un bastoncino. Fatali le ferite riportate dopo la caduta. Il corpo è stato recuperato e trasportato alla caserma dei vigili del fuoco di Fiera di Primiero

Pubblicato il - 09 aprile 2018 - 12:36

LAGORAI. Incidente mortale questa mattina sul Lagorai. E' scivolato sulla Cima Colbricon e poi è precipitato per diversi metri in un canalone. E' morto uno scialpinista trentino, il suo corpo è stato recuperato intorno alle 11 a quota 2.600 metri.  

 

L'allarme è scattato intorno alle 10, quando il compagno di escursione, il quale era rimasto indietro rispetto all'amico, una volta arrivato in cima ha trovato solo un bastoncino.

 

Le ricerche si sono subito attivate e il Soccorso alpino ha chiesto l'intervento dell'elicottero che ha trasportato in quota alcuni uomini della stazione di San Martino di Castrozza. 

 

I soccorritori hanno individuato lo scialpinista in un canalone e non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell'uomo

 

Il corpo senza vita dell'escursionista è stato verricellato e trasportato alla caserma dei vigili del fuoco di Fiera di Primiero.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.31 del 13 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

14 novembre - 05:01

Caritas diocesana e Fondazione Comunità Solidale restituiscono la fotografia delle povertà sul territorio provinciale, con numeri in leggera crescita rispetto lo scorso anno. “Tanti stranieri utilizzano i servizi di accoglienza come punto di riconoscimento e di appoggio per avere un luogo sicuro dove pernottare in attesa dei documenti”

13 novembre - 19:04

Dopo la storia che abbiamo raccontato di Gianpaolo e Laura sono stati molti i trentini che hanno deciso di offrire il proprio aiuto. Intanto anche oggi hanno trascorso la giornata al freddo. Tra le offerte di aiuto non è mancato anche chi ha deciso di informarsi per pagare una settimana alla coppia in ostello in un B&B dove poter dormire al caldo

13 novembre - 19:56

Il maltempo ha causato sia l’interruzione della fornitura esterna di energia elettrica, necessaria per la trazione dei treni e il funzionamento delle apparecchiature tecnologiche, sia la caduta di alberi sulla linea ferroviaria. Nella giornata odierna si sono registrati non pochi disagi per i viaggiatori, salvo imprevisti la linea dovrebbe essere riattivata nella mattinata di domani

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato