Contenuto sponsorizzato

Tragedia in montagna, scivola e cade nel vuoto per 500 metri. Scialpinista perde la vita

E' successo questa mattina a Cima Caione. L'uomo si trovava assieme ad un amico quando ad un certo punto è caduto nel vuoto per 500 metri

Pubblicato il - 22 aprile 2019 - 11:06

PONTE DI LEGNO. Tragedia in montagna. Uno sci-alpinista ha perso la vita attorno alle 9.30 di questa mattina dopo essere caduto nel vuoto  per circa 500 metri tra le rocce a Cima di Caione.

 

L'uomo, secondo le prime informazioni, si trovava assieme ad un amico e stavano percorrendo il sentiero che da Ponte di Legno conduce a Cima Caione, località al confine con il Trentino. La vittima sarebbe poi scivolata precipitando nel vuoto.

 

Il compagno ha lanciato immediatamente l'allarme. Sul posto è stato inviato da Trento l'elicottero con il personale sanitario mentre il luogo è stato raggiunto anche dal personale del soccorso alpino lombardo.

 

Purtroppo per l'uomo le ferite riportate nella caduta sono stati fatali ed è morto sul posto. Si stanno svolgendo ora le operazioni di recupero della salma.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 novembre - 10:44

L'ente che si occupa del patrimonio immobiliare pubblico del Trentino è guidato dal direttore emerito di un istituto che meno di un mese fa ha invitato gli italiani alla ''disobbedienza fiscale'' contro i dpcm del governo Conte e che fatica a mettere in regola lo stesso ente pubblicando il suo curriculum vitae (avrebbe dovuto farlo dal 5 ottobre e ci sono due interrogazioni al riguardo in consiglio provinciale). Da quello del consigliere Cesare Scotoni, intanto, emerge una dichiarazioni dei redditi molto scarna

23 novembre - 20:52

L'esigenza della Provincia sembra quella di aprire a ogni costo, ma quale e quali sono le prospettive? Zeni: ''Serve un'analisi della sostenibilità economica". Dallapiccola: ''Un'ansia da prestazione improvvisata". E nel commentare l'estate l'assessore non aveva voluto pensare alla soluzione C per l'imminente inverno

24 novembre - 04:01

Mentre i positivi continuano a scendere, per la comunicazione ufficiale, siamo andati ad analizzare i dati completi per capire se anche i positivi agli antigenici calano. Ecco il focus su una decina di comuni con il confronto rispetto a una settimana fa. Ebbene se Pergine ha ridotto i contagiati attivi di 129 unità e Baselga di Piné è scesa, fortunatamente, sotto il 3% soglia critica per la ''zona rossa'' in molte altre realtà il totale di positivi è aumentato per un dato globale che si mostra stabile 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato