Contenuto sponsorizzato

Sfonda il parapetto e si ribalta finendo a testa in giù nel fiume Brenta ma si salva miracolosamente

Un uomo di 37 anni si è ritrovato sott'acqua dopo un incidente avvenuto a Marter ma è riuscito a spostarsi nel lato posteriore dell'auto e a mettersi in salvo

Pubblicato il - 27 gennaio 2018 - 10:53

RONCEGNO. A vedere le immagini ha dell'incredibile ma, fortunatamente, l'incidente che si è verificato questa mattina a Marter non ha provocato vittime o feriti gravi. Un'auto, infatti, è completamente uscita di strada finendo per precipitare per svariati metri e finendo a testa in giù dentro le acque gelide del fiume Brenta.

 

 

Il fatto si è verificato questa mattina intorno alle 8 e ancora non è chiaro come siano andate le cose. Quel che è certo è che un uomo di 37 anni mentre era alla guida della sua auto, forse tentando una marcia indietro, ha sfondato il parapetto in legno del piccolo ponticciolo che si trova in area agricola lungo il fiume Brenta in direzione Borgo Valsugana ed è precipitato, ribaltandosi, dentro il fiume.

 

 

L'uomo, però, è rimasto praticamente illeso e, una volta ripresosi dallo shock del colpo, è riuscito ad uscire dal mezzo autonomamente spostandosi nella parte posteriore, che era quella più in superficie e meno invasa dall'acqua, e a mettersi in salvo attraverso uno degli sportelli dei passeggeri. Sul posto si sono recati immediatamente i soccorsi, i vigili del fuoco di Roncegno e i carabinieri della stazione di Borgo Valsugana e l'ambulanza che ha portato l'uomo all'Ospedale di Borgo per controlli e cure del caso ma fortunatamente l'uomo non ha riportato nessun grave trauma.  

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 marzo 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 aprile - 19:55

Il presidente in conferenza stampa ha detto che per lui da lunedì si parte ma mentre Kompatscher e Zaia prima hanno distribuito i dispositivi e poi hanno fatto l'ordinanza in Trentino ancora manca tutto. E se nelle farmacie le mascherine scarseggiano il paradosso è che i guanti si potrebbero comprare proprio nei supermercati che, però, domani sono chiusi e lunedì non dovrebbero più essere frequentati senza i guanti

04 aprile - 19:38

Le vittime negli ospedali del sistema trentino sono 3 donne e 3 uomini. Sono 1.601 le persone in isolamento domiciliare, 151 in Rsa mentre i casi complessivi riguardano 741 persone, 151 nelle case di cura e 14 in strutture intermedie. Sono 301 i pazienti ricoverati senza ventilazione, 52 in semi-invasiva e 81 in ventilazione invasiva

04 aprile - 19:01

Si tratta di un gruppo di analisi di scenario e un gruppo tecnico operativo per mettere in campo misure concrete sul breve periodo per dare "ossigeno" a chi ne ha bisogno e impostare una manovra di medio-lungo periodo, che inizi a guardare al "dopo" quindi ad uno scenario che abbracci almeno i prossimi 12-24 mesi. Ecco chi sono i 15 nomi scelti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato