Contenuto sponsorizzato

Si separa dal marito e gli svuota la casa. Ex moglie a processo

La donna dovrà rispondere di appropriazione indebita. L'ex marito, dopo essere ritornato in possesso dell'abitazione, si è accorto che mancava parte dell'arredamento

Pubblicato il - 22 luglio 2018 - 21:25

TRENTO. Una donna di 65 anni di Telve è accusata di appropriazione indebita per aver svuotato la casa del marito dopo il divorzio.

 

La vicenda risale al 2017. Quando i due si sono separati l'abitazione era stata data alla moglie anche se i figli avevano più di 18 anni. Successivamente un altro provvedimento aveva riassegnato l'abitazione all'uomo, ora residente in Valsugana. Quando però quest'ultimo è tornato in possesso delle chiavi ed ha aperto la porta casa si è immediatamente accorto che qualcosa non andava.

 

Gran parte del mobili, dei quadri e altra oggettistica era sparita. Candelabri, stampe antiche, armadi, anche una poltrona in pelle con borchie, ritratti e portafiori. Beni che valgono migliaia di euro e che secondo l'ex marito sarebbero dovuti rimanere nell'abitazione.

 

La donna, che respinge le accuse affermando che i beni erano anche suoi, dovrà ora rispondere davanti al giudice di appropriazione indebita.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 dicembre - 18:58

Per Cgil, Cisl e Uil il ridimensionamento del bilancio di Agenzia del Lavoro si tradurrà in un contenimento della spesa per la formazione e la riqualificazione professionale, blocco agli incentivi alle assunzioni stabili per i disoccupati deboli, azzeramento della staffetta occupazionale, stop al reddito di attivazione. Il tutto mentre si investono 8 milioni in strategie di welfare che saranno superate dal governo nazionale

13 dicembre - 19:15

La specie in provincia è diffusa soprattutto in Valsugana. La Fem: ''E' molto resistente perché capace di creare delle nicchie ad altitudini sensibilmente maggiori rispetto alla zanzara tigre. L'estate scorsa abbiamo rilevato un caso davvero particolare, seppure isolato: la presenza di una colonia addirittura ad una altitudine di 1.500 metri''

13 dicembre - 17:52

Il gatto pare sia di casa Rifugio Predaia e dopo che gli escursionisti che lo hanno incontrato hanno postato delle foto su Facebook, in breve tempo, la storia di “Scòdega” è diventata virale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato