Contenuto sponsorizzato

Strasburgo, terrore al mercatino con morti e feriti. L'italiano coinvolto è il trentino Antonio Megalizzi

Terrore ieri sera al mercatino di Natale di Strasburgo. Un uomo ha aperto il fuoco contro la folla. Tra i feriti c'è anche il giovane giornalista Antonio Megalizzi  che ora si troverebbe fuori pericolo. La famiglia si sta recando a Strasburgo
QUI AGGIORNAMENTO

Di Luca Pianesi, Giuseppe Fin - 12 December 2018 - 08:37

TRENTO. Il giovane giornalista radiofonico trentino Antonio Megalizzi è rimasto lievemente ferito nell'attentato che è avvenuto ieri sera a Strasburgo dove, secondo una prima ricostruzione, un uomo ha aperto il fuoco sulla folla che si trovava al mercatino provocando 3 morti e 13 feriti.

 

Megalizzi è un cronista radiofonico di Europhonica, emittente che fa parte del network delle radio universitarie. Appassionato di media ha anche partecipato al contest sul giornalismo partecipativo promosso da Tempora Onlus con partner ildolomiti.it.

La notizia del suo ferimento è arrivata dall’europarlamentare del Partito Democratico, Brando Benifei, che è stato informato dalla redazione dove il giornalista lavorava.

 

Megalizzi si trovava a Strasburgo per condurre un programma radiofonico in occasione della plenaria del Parlamento Europeo.

 

Il giovane giornalista è stato immediatamente soccorso e trasportato in ospedale. Attraverso un tweet fatto nella tarda serata di ieri l'emittente Europhorica ha precisato: “Lo staff italiano di Europhonica attualmente a Strasburgo è rimasto coinvolto nell‘incidente di questa sera. Sono giunte prime notizie alla redazione: i nostri colleghi italiani sarebbero fuori pericolo. Vi terremo aggiornati”.

 

QUI AGGIORNAMENTO

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.27 del 27 Febbraio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 February - 19:20

La situazione si complica in Val di Cembra dove i contagi continuano a salire, soprattutto a Palù dove il 14 è coinciso con la ricorrenza del patrono. Si contano 79 nuovi casi a Trento e poi seguono Pergine, Arco, Lavis, Rovereto e Levico Terme 

28 February - 20:11

Nel Comune di Giovo il rapporto contagi/residenti ha raggiunto il 3,3%, il sindaco non esclude l’entrata in vigore di misure più restrittive: Ci sono intere famiglie coinvolte, dove sia i genitori che i figli sono risultati positivi, forse ci sono un po’ meno anziani rispetto alle altre fasce d’età”

28 February - 15:55

Il rapporto è doppio rispetto al livello medio nazionale e anche oggi si registrano 329 nuovi casi di cui 80 tra giovani in età scolare. In un giorno messe in quarantena ben 18 classi (venerdì erano 35 ieri 53)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato