Contenuto sponsorizzato

Trento, colpo al bar pizzeria Cavalleggeri. Rubati 300 euro

Il furto sarebbe avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì. Avviate le indagini da parte delle forze dell'ordine

Pubblicato il - 30 giugno 2018 - 11:53

TRENTO. Furto nella notte tra giovedì e venerdì alla pizzeria bar Cavalleggeri ad inizio di via Gocciadoro. A scoprire che qualcuno era riuscito a introdursi nei locali sono stati i titolari che hanno immediatamente avvisato le forze dell'ordine.

 

Secondo i primi rilievi, i malviventi sono riusciti ad entrare passando per la finestra di piccole dimensioni che era stata lasciata aperta nella parte posteriore del locale. Entrati sembra si siano diretti verso la cassa dove hanno trovato un fondo di circa 300 euro. Sono poi usciti dalla finestra attraverso la quale erano entrati. 

 

Avviate le indagini da parte delle forze dell'ordine.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 settembre - 09:53

I laboratori dell'Azienda sanitaria altoatesina nelle ultime 24 ore hanno effettuato 1.916 tamponi. Sono stati registrati 72 nuovi casi positivi

18 settembre - 05:01

Intervista al candidato sindaco per Trento di Onda Civica. La prospettiva è opposta al solito, non ''qual è il problema e cosa farai'' ma ''come sarà la città dopo 5 anni con te sindaco?''. Dal DolmitiPride, all'economia, dalla crescita della popolazione alla sicurezza e all'università otto domande per otto candidati per capire cosa ci aspetta votando l'uno o l'altra

18 settembre - 08:53

Nel corso degli anni hanno sottratto acqua pubblica dalla rete di distribuzione principale, allacciandosi al serbatoio idrico della comunità di Baselga di Pinè, con non pochi disagi per la popolazione, che soprattutto durante i periodi estivi, ha patito la penuria d’acqua, costringendo il Comune a reintegrare le scorte con l’impiego di autobotti, per un complessivo danno erariale stimato in circa 220 mila euro

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato