Contenuto sponsorizzato

Trento, furto in centro storico, gli esami dei Ris di Parma riescono ad incastrare un ladro

Le indagini dei carabinieri stanno proseguendo per individuare un possibile complice

Pubblicato il - 30 luglio 2018 - 19:58

TRENTO. Sono intervenuti i Ris di Parma con degli esami “biomolecolari” per individuare i ladri autori di un furto in centro storico a Trento.

 

I fatti risalgono all’autunno del 2016, quando nelle prime ore del giorno una pattuglia dei carabinieri di Trento era stata informata del furto in atto in un esercizio commerciale del centro storico del capoluogo trentino.

 

Sul posto, i militari constatavano che effettivamente ignoti, dopo aver infranto il vetro della porta principale dell’esercizio commerciale, si erano introdotti ed erano riusciti a prelevare una discreta somma di denaro per poi darsi ad una frettolosa fuga.

 

Su una parte del vetro infranto trovato sul pavimento i carabinieri, durante i rilievi, si erano però accorti di alcune gocce di sangue verosimilmente riconducibili almeno ad uno degli autori del furto.

 

L’immediato intervento dei carabinieri ha consentito di fare i previsti rilievi in un luogo, la cui “scena del crimine” era rimasta inalterata, ed i successivi esami “biomolecolari” espletati dal Ris di Parma hanno dimostrato la corrispondenza con un giovane residente nel capoluogo e già noto all’Arma.

 

Indagini sono ancora in corso per addivenire all’identificazione del correo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 settembre - 20:18

La mappa del contagio comune per comune. Oggi in Alto Adige è stata chiusa la prima scuola della regione per un focolaio tra gli studenti

25 settembre - 19:15

Preoccupa il ritorno dei contagi, soprattutto in vista della stagione invernale e sulle piste da sci. Il consigliere del Patt Dallapiccola deposita un’interrogazione: Finora questa Giunta non ha dato dimostrazione di particolare prontezza di riflessi e di efficacia nelle risposte ai problemi che via via si presentano”

25 settembre - 16:21

Nelle ultime 48 ore in Alto Adige sono stati individuati quasi 90 positivi. Di questi cinque sono studenti di scuole diverse (ecco quali) dove scatteranno le normali misure di quarantena per i compagni mentre altri cinque sono stati individuati solo nell'istituto di Merano. Per sicurezza da lunedì 28 settembre fino a venerdì 9 ottobre 2020 compreso la scuola resterà chiusa e si torna alle lezioni digitali

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato