Contenuto sponsorizzato

Trovato un corpo senza vita nel Lago di Garda: si tratta di Marco Boni

Trovato nelle acque del lago un cadavere. Le ricerche continuavano imperterrite da più di due settimane. Il corpo sarebbe stato trovato a un centinaio di metri dalla Casa della Trota (Gli aggiornamenti)

Di L.P. - 05 marzo 2018 - 11:50

RIVA DEL GARDA. E' stato trovato un corpo senza vita nel Lago di Garda, questa mattina, circa 100 metri a nord della Casa della Trota e pare ormai certo che possa trattarsi di Marco Boni, il 16enne scomparso venerdì 16 febbraio da Riva.

 

Da più di due settimane le ricerche continuano imperterrite e anche negli ultimi giorni sulle acque del lago nella zona sotto il sentiero della Ponale all'altezza del Belvedere si alternavano imbarcazioni della polizia di stato, scandagliando i fondali con l'aiuto dei sommozzatori, dei cane per la ricerca corpi e dei robot sottomarini.

 

E da venerdì scorso si erano aggiunti anche dei volontari che hanno messo a disposizione un battello sonar capace di analizzare il fondale in maniera molto più accurata andando ad individuare oggetti e corpi. In mattinata la scoperta ed ora si vivono minuti di palpitazione in attesa che la scientifica faccia i suoi rilievi e cerchi di capire di chi si tratti. 

 

Sul posto si sta recando anche il vicequestore di Trento. Al momento la probabilità che possa trattarsi di Marco è molto alta. Le tracce del giovane, infatti, si interrompevano proprio sul sentiero della Ponale all'altezza del Belvedere. E il corpo del giovane sarebbe stato trovato più a sud di quel punto a una certa distanza.

 

 

Probabilmente correnti e profondità hanno tenuto nascosto il corpo senza vita di Marco, fino ad oggi. A questo punto le ricerche si interromperanno, purtroppo nel modo peggiore possibile

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 luglio - 19:07

Come il 14 giugno anche ieri il nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco è dovuto partire dalla caserma di Trento e raggiungere l'elicottero via terra. Impressionante il VIDEO che vi mostriamo dove si vede il secondo mezzo (il loro) che arriva quando ormai non c'è più nulla da fare. Degasperi: ''Dopo la prima tragedia avevo interrogato l'Aula per sapere perché non si sta facendo come si è sempre fatto negli anni passati. Nessuno mi ha risposto e ora c'è stato un altro morto con una dinamica identica. Va individuato il responsabile e gli va fatto cambiare lavoro''

06 luglio - 15:45

I controlli si sono concentrati in Val d’Ega, Sarentino, Renon, passo Lavazè, Val Gardena e nelle località di Corvara in Badia e Armentarola 

06 luglio - 16:28

In fase Covid-19 l'uomo era stato trasferito ai domiciliari nella casa di lui e lei e questo aveva scioccato la famiglia di Eleonora che da quasi un anno chiede giustizia per la barbara uccisione della giovane donna. Negli scorsi giorni la perizia ha confermato che l'uomo è capace di intendere e volere e ora rischia l'ergastolo

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato