Contenuto sponsorizzato

Un quintale di pesce abbandonato per strada accanto a un ristorante. Intervengono i carabinieri del Nas

E' successo a Trento. A scoprire i contenitori con il pesce abbandonato una pattuglia della polizia locale

Pubblicato il - 04 febbraio 2018 - 08:29

TRENTO. Quasi un quintale di pesce abbandonato in scatole a pochi metri da un ristorante di sushi e ad alcuni cassonetti dell'immondizia. A scoprirlo è stata una pattuglia della polizia locale di Trento che ieri mattina, attorno alle 8, si è vista volare sulla strada dei coperchi in polistirolo. Gli agenti si sono quindi fermati al lato della strada per recuperare il materiale e in quel momento la scoperta.

 

Su un angolo erano stati depositato, incustoditi e ovviamente senza alcun rispetto delle minime regole di conservazione, circa 15 mila euro di pesce.

 

Immediatamente sono stati avvisati i carabinieri del Nas, il nucleo antisofisticazione, che hanno provveduto a prelevare il pesce abbandonato avviando poi l'indagine per capire di chi sono le responsabilità dell'abbandono. Si tratterebbe soprattutto di tonno, salmone e mazzancolle. In contemporanea è stato avvisato anche il ristorante che si trova accanto e che ha aperto normalmente al pubblico.   

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 luglio - 10:19

Mentre a Bolzano si riparte oggi con i negozi aperti ad orario completo dopo due mesi di chiusura per il lockdown dando spinta all'economia, a Trento entra in vigore la legge di Failoni e Fugatti che stabilisce la chiusura dei punti vendita. 
E' scontro con il Comune, l'assessore Stanchina: "Ancora una volta una confusione terribile e danni economici per la città. L'Amministrazione farà di tutto per tutelare i propri commercianti"

05 luglio - 11:13

Le immagini sono al vaglio della polizia locale: una volta identificato, l’autore, dovrà rispondere di “furto aggravato su cose esposte alla pubblica fede” e “vilipendio di tombe”. L’anno scorso due donne erano state denunciate per gli stessi reati

05 luglio - 10:50

Nei normali reparti dei sette ospedali dell'Azienda sanitaria, nelle cliniche private e nella base logistica dell'Esercito appositamente attrezzata a Colle Isarco sono ricoverati complessivamente 5 pazienti affetti da Covid-19. Sono 6 le persone ospitate come casi sospetti 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato