Contenuto sponsorizzato

Una discarica in via Mantova tra escrementi, bottiglie, tappi di siringhe e pezzi di rami

Il palazzo delle Poste, tra gli edifici storici della città, e gli adiacenti spazi che si affacciano su via Mantova, nella zona posteriore all'immobile, hanno sicuramente visto giorni migliori. Il Comune: "Interverremo quanto prima"

Di Andrea Solimano - Itt Marconi - 19 gennaio 2018 - 21:41

TRENTO. Escrementi di cani, bottiglie rotte e tappi di siringhe. Tutto a pochi metri dal Duomo di Trento. Questa la desolante fotografia degli spazi in via Mantova, tra le vie più centrali del capoluogo. 

Il palazzo delle Poste, tra gli edifici storici della città, e gli adiacenti spazi che si affacciano su via Mantova, nella zona posteriore all'immobile, hanno sicuramente visto giorni migliori: un campo minato composto dagli escrementi dei cani.

Impossibile non restare colpi dagli odori e dalla discarica a cielo aperto. Agli escrementi si aggiungono, infatti, bottiglie rotte e tappi di siringhe, ma anche dai pezzi di albero, dopo che oltre un mese fa, un ramo si era staccato per centrare una vettura parcheggiata (Qui articolo).

"E' nostra intenzione - commenta Paolo Biasioli, vice sindaco di Trento - verificare e controllare la situazione di questi spazi. Se la proprietà è del Comune di Trento interverremo quanto prima e prenderemo i provvedimenti del caso, mentre se il proprietario è privato chiederemo un intervento o procederemo con l'eventuale addebito della pulizia".

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 luglio - 12:18

La storia della squadra di calcio che è diventata un esempio di inclusione e dialogo interculturale vista attraverso gli occhi di Youness Et-tahiri che per un anno ha giocato con il team di Trento e che adesso sta per trasferirsi in un altro club, ma che fa sapere: “Questo è solo un arrivederci”

21 luglio - 10:44

L'uomo, 79 anni, era rimasto ferito in un incidente avvenuto a Canal San Bovo. Finito in ospedale aveva una concentrazione di alcol etilico nel sangue pari a 1,77 g/l

21 luglio - 10:16

La donna, assieme al compagno, si trovava sul Baffelan. E' andata a sbattere con la testa e il corpo contro la roccia. Il compagno è riuscito a recuperarla poi è intervenuto il soccorso alpino 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato