Contenuto sponsorizzato

Urto tra due treni della Trento-Malè. L'incidente è avvenuto in fase di rimessaggio

Nessun danno e nessun ferito, situazione ripristinata nella notte. La collisione è avvenuta nel deposito di Trento Nord quando i treni erano vuoti e venivano preparati e posizionati per il servizio del giorno seguente

Pubblicato il - 17 aprile 2018 - 09:38

TRENTO. Tecnicamente si tratta di un urto tra convogli in fase di manovra. L'incidente è avvenuto ieri sera verso le 22, nel deposito della Trento-Malé a Trento Nord. Nessun ferito, solo un lieve impatto che ha sollevato alcuni vagoni di qualche centimetro dalla sede dei binari.

 

La collisione è avvenuta in fase di rimessaggio, quando i treni erano vuoti e venivano preparati e posizionati per il servizio del giorno seguente. Per Roberto Andreatta del Servizio trasporti pubblici della Provincia di Trento, "si tratta di un errore di instradamento su un binario sbagliato".

 

"Niente di grave - spiega - nemmeno per quanto riguarda i danni. A mezzanotte il treno era già stato posizionato correttamente sui binari, pronto per il servizio della mattina. In fase di manovra la gestione degli scambi è manuale e la velocità non supera gli 8 km/h". 

 

"Non si faccia confusione con la percorrenza ordinaria - sottolinea il dirigente del Servizio trasporti - perché in quel caso la gestione degli scambi è automatica, con un sistema di sicurezza che interviene con l'arresto automatico del treno in caso di errore".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.50 del 10 Luglio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

11 luglio - 11:48

Padre Massimo ha comunicato nelle scorse ore la decisione di lasciare il convento attraverso una lettera che è stata spedita ai tanti volontari che lavorano quotidianamente alla mensa dei Cappuccini in via delle Laste. Fra Nicola gestirà al momento il convento mentre arriverà un nuovo frate per la mensa dei poveri 

11 luglio - 11:44
L'allerta è scattata intorno alle 8.30 nella parte finale del sentiero attrezzato Camillo De Paoli a quota 2.200 metri nel gruppo delle Pale di San Martino. Gli escursionisti erano partiti dal rifugio Velo della Madonna e lungo il percorso sono stati investiti da una scarica di sassi. In azione le unità del soccorso alpino
11 luglio - 06:01

Chiarastella Feder, esperta di gestione dei conflitti fra grandi predatori e piccole comunità rurali originaria di Treviso, lavora ormai da 15 anni per il governo della regione canadese dell'Alberta. Impegnata nell'educazione alla convivenza fra esseri umani ed orsi, ha deciso di dedicare la propria attenzione al Trentino e ai recenti fatti dell'aggressione sul Monte Peller. "Uccidere un'orsa è deleterio. La soluzione è educare alla coesistenza e alla conoscenza di questi animali"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato