Contenuto sponsorizzato

Vandali e imbrattatori alla chiesa di San Pietro, arrivano sei telecamere

Nelle prossime due settimane (meteo permettendo) ne saranno installate 4 al centro civico di Povo, una a villa de Mersi, 4 a Oltrecastello e 2 a San Rocco. Le installazioni riprenderanno poi in primavera con circa ulteriori 90 telecamere in diverse zone, tra città e sobborghi

Pubblicato il - 19 settembre 2018 - 15:55

TRENTO. Stop ai vandali e agli imbrattatori seriale. L'area intorno alla chiesa di San Pietro da domani sarà video-sorvegliata.

 

Ad annunciarlo è l'Amministrazione comunale informando che sono al lavoro i tecnici per l'installazione di sei telecamere fisse e ad alta risoluzione nelle vie circostanti l'edificio sacro, che nei mesi scorsi è stato uno dei bersagli preferiti da vandali e imbrattatori seriali.

 

Due telecamere sono state già posizionate alcuni giorni fa in vicolo della Contrada tedesca (lato nord), altre quattro saranno montate tra oggi e domani nella zona tra vicolo San Pietro e piazzetta Anfiteatro. Tutte saranno collegate al sistema di videosorveglianza comunale e potranno fornire immagini in diretta o registrate utili alle forze dell'ordine per garantire la sicurezza dei cittadini e la tutela del patrimonio pubblico.

 

Attualmente nel territorio comunale sono in funzione 550 telecamere. Nelle prossime due settimane (meteo permettendo) ne saranno installate 4 al centro civico di Povo, una a villa de Mersi, 4 a Oltrecastello e 2 a San Rocco. Le installazioni riprenderanno poi in primavera con circa ulteriori 90 telecamere in diverse zone, tra città e sobborghi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 gennaio - 19:13

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 14 decessi di cui 9 in ospedale

18 gennaio - 17:39

Le Stelle alpine prendono in considerazione l'ultima analisi di Bassi, il quale ha esaminato i dati contenuti negli indicatori dei report settimanali dell'Iss. La lettera del segretario politico del Patt: "Il governo della Provincia è in qualche modo responsabile del ritardo nella comunicazione dei dati a Roma? E se così non fosse cosa intende fare, presidente Fugatti, per correre ai ripari e ripristinare la verità?"

18 gennaio - 17:45

Nelle ultime 24 ore analizzati 708 tamponi. Sono stati comunicati altri 14 decessi a causa di Covid-19. Trovati 56 positivi tra tamponi molecolari e test antigenici, confermate 57 positività riscontrate nei giorni scorsi. Sono 107 le guarigioni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato