Contenuto sponsorizzato

Vendevano prodotti alimentari senza autorizzazione, le forze dell'ordine li sequestrano e li consegnano ai bisognosi

L'operazione grazie alla collaborazione tra la polizia locale di Bressanone e la questura

Pubblicato il - 16 marzo 2018 - 14:27

BRESSANONE. Vendevano merce senza averne l'autorizzazione. Le forze dell'ordine sequestrano i prodotti e li consegnano ai bisognosi. E' successo a Bressanone grazie alla collaborazione tra la polizia locale e la questura.

 

Dopo che lunghe indagini effettuate dalle predette Forze di Polizia avevano evidenziato grosse irregolarità nelle attività di alcuni commercianti in forma itinerante che frequentemente vendevano i loro prodotti ai margini delle principali arterie cittadine, il sindaco di Bressanone ha provveduto a sospenderne l'autorizzazione.

 

E' toccato poi al personale della squadra volante del Commissariato della Polizia di Stato di Bressanone, individuare uno dei furgoni segnalati. Il mezzo, appartenente ad una ditta con sede ad Agropoli, che stava abusivamente svolgendo la sua attività è stato bloccato.

 

Gli Agenti, dopo i controlli e le verifiche del caso, hanno contestato l'infrazione al 27enne venditore campano, elevando una sanzione amministrativa di oltre 17 mila euro.

 

Come da normativa, gli operatori della Polizia di Stato hanno poi provveduto al sequestro e alla confisca della merce, che, essendo deperibile, è stata subito consegnata ad associazioni senza scopo di lucro che operano nel sociale. In questo modo la “Caritas diocesana”, la cooperativa “Eos” e la “Casa della solidarietà di Bressanone” hanno ricevuto un carico frutta e verdura del valore di diverse migliaia di euro da destinare ai poveri e ai bisognosi che frequentano le loro mense.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 luglio - 19:43

Si trovava in acqua all'altezza della spiaggia davanti al Pescatore e all'Europa. Sembra si trovasse su un pedalò quando, una volta in acqua, è sprofondato. Ancora una volta il Nucleo sommozzatori (ancora non messo nelle condizioni di partire direttamente da Mattarello come accadeva negli scorsi anni) non è arrivato in tempo utile

05 luglio - 16:51
Il drammatico scontro è avvenuto intorno alle 15.30 di oggi, domenica 5 luglio, all'altezza del campo da tamburello tra Dro e Drena. Si è verificato un violentissimo scontro tra una vettura e una moto, quest'ultima con a bordo due persone
05 luglio - 14:00

La denuncia del Codacons: “Attraverso la voce ‘tassa Covid’, che va da un minimo di 2 euro dei parrucchieri ai 10 euro dei centri estetici fino ai 40 euro richiesti dalle officine, i consumatori sono stati colpiti da vere e proprie stangate”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato