Contenuto sponsorizzato

Festival della Gioventù dell'Euregio, 75 giovani protagonisti per guardare al futuro

L'iniziativa si terrà dal 20 al 23 marzo 2019 a Cavalese, Malles e Imst. L'obiettivo è quello di dare nuovi impulsi nel campo della cooperazione transfrontaliera

Pubblicato il - 17 marzo 2019 - 10:35

TRENTO. “Costruire assieme l'Euregio” questo il motto all'insegna del quali si incontreranno per lavorare assieme 75 studenti dai 16 ai 19 anni in occasione dell'ottava edizione del Festival della Gioventù dell'Euregio.

 

L'iniziativa si terrà dal 20 al 23 marzo 2019 a Cavalese, Malles e Imst. Accompagnati e sotto la guida di esperti, i giovani lavoreranno in piccoli gruppi per analizzare e affrontare le questioni chiave di "autonomia e democrazia", "uso responsabile delle risorse" e "conservazione del patrimonio culturale comune". Altri ingredienti del Festival dei giovani dell'Euregio sono un variegato programma di sostegno e incontri con nuovi amici provenienti da tutte le aperti dell’Euregio.

Il Festival della Gioventù dell'Euregio è organizzato annualmente dal 2012 dall'Ufficio comune del GECT Euregio in tre località in Tirolo, Alto Adige e Trentino. L'obiettivo è quello di dare nuovi impulsi nel campo della cooperazione transfrontaliera e di permettere ai giovani incontri interessanti e un vivace scambio di opinioni.

Potrebbe interessarti
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 marzo 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 marzo - 21:05

Gli assessori dopo aver organizzato l'evento aperto al pubblico per parlare di educazione di genere hanno blindato l'ingresso a studenti, professori, cittadini con agenti in tenuta antisommossa. Sono volate le botte e alla fine Biesesti ha riacceso gli animi decidendo di uscire dall'ingresso principale dove c'erano i manifestanti

22 marzo - 05:01

Dal ritorno di Carlo Pedergnana al sindaco di Castello Molina di Fiemme. Vengono spesso derubricate a goliardate, scherzi, errori di gioventù. Ma siamo sicuri che su certe cose sia davvero il caso di ridere? Stiamo parlando di saluti romani, bacetti al busto del Duce, tatuaggi con svastiche e fasci littori esposti con orgoglio in casa

22 marzo - 12:41

E' successo ieri pomeriggio a Trento. Due uomini stavano litigando violentemente quando è arrivata una volante della polizia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato