Contenuto sponsorizzato

Festival dell'Economia, in Piazza S. Maria Maggiore tantissimi laboratori e arriva anche una macchina trasforma - plastica

Dal 31 maggio al 2 giugno piazza S. Maria Maggiore torna a rivivere. Tantissime iniziative coordinate dalla Fondazione Demarchi

Pubblicato il - 25 maggio 2019 - 19:40

TRENTO. “RE-PLAY … una piazza che cresce - prospettive di generatività per un welfare sostenibile”, questo il nome dell'iniziativa che vedrà protagoniste 25 le organizzazioni territoriali trentine durante il Festival dell'Economia.

 

L'iniziativa, proposta dalla Fondazione Franco Demarchi, si terrà in piazza Santa Maria Maggiore, luogo che tornerà ad animarsi con alcune narrazioni di un sociale attivo, territoriale, sostenibile, solidale e generativo.

 

L'obiettivo è quello di rimettere in gioco una piazza che accoglie realtà che lavorano nel terzo settore, valorizzando un’economia attenta alle tematiche affrontate. La novità di quest’anno è l’ideazione di un percorso tematico che organizza la piazza in settori differenti sotto le tre voci distinte di Ri-genera, esperienze di welfare generativo e con forte impatto sociale, Ri-elabora, laboratori creativi e didattici per bambini e adulti e Ri-crea, un mercatino di vendita di prodotti provenienti da upcycling e agricoltura sociale.

 

“In questa piazza del sociale ci troviamo – ha introdotto il presidente della Fondazione, Piergiorgio Reggio – per tessere relazioni e, riprendendo il tema del Festival dell’Economia, per creare una connessione tra dimensione globale e locale. Le iniziative che promuoviamo per la maggior parte sono legate ai progetti che seguiamo da qualche anno con i bandi di welfare a km zero, che si occupano della qualità di vita di una comunità e affrontano i bisogni cambiati dei cittadini non solo a km zero, ma anche a costo zero.”

 

Sono molteplici proposte in piazza e andranno dai laboratori creativi, anche di elettronica, alle iniziative di cooperazione e peer education, dalle azioni partecipate e di welfare generativo ai laboratori ed esposizioni di materiali riutilizzati e riciclati (legno, vele di barche e scarti industriali di stoffe, gomme de camere d’aria, videogiochi, …), dai momenti conviviali, facendo il pane o degustando la cola Ciacola, alla sperimentazione di una macchina trasforma-plastica.

 

I protagonisti di tutto ciò saranno: l’Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili (PAT), Arianna scs, Artico scs, Associazione 46° Parallelo, Associazione Centro per la Cooperazione Internazionale, Associazione CoderDolomiti, Associazione Progetto Prijedor, Associazione Trentino Con i Balcani onlus, Aurora scs, Carpe Diem aps, Comune di Trento – Partecipazione.lab, Comunità Frizzante - La Foresta, C.S.4. scs, Economia Solidale Trentina, Emergency ong onlus, FArete Trentino, Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani, Girasole scs, Gruppo 78 scs, GSH scs, LAB.ARCA aps, Mani Tese ong onlus, Manufabrika recycling, Save the Children Italia onlus, Tutti nello Stesso Campo - La Rete scs.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 ottobre - 18:12

Tante, brutte, immagini di serate balorde, di rifiuti abbandonati, di una città che la domenica, troppe volte, si è svegliata in queste condizioni. L'ultima volta questo weekend quando in pochissimi rispettavano le norme di sicurezza per evitare la diffusione del virus. Il comitato antidegrado: ''Sarebbe opportuno scrivere urgentemente un nuovo regolamento anche a Trento che dopo le 22 è vietato il consumo di alcolici all'esterno dei locali e le vendita stessa''

01 ottobre - 19:14

Era dai primi di luglio che non si registravano morti per Covid in provincia di Belluno. Ora i decessi totali sono 114. Otto i positivi nelle ultime 24 ore, 5 nel Cadore

01 ottobre - 18:44

Sono molti i casi di positività registrati oggi nelle strutture scolastiche altoatesine. Dopo i due insegnanti riscontrati positivi nella scuola d'infanzia Dolomiti di Bolzano, altri due membri del corpo docente sono stati trovati contagiati. Questo ha portato alla chiusura fino a lunedì della materna per le operazioni di sanificazione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato