Contenuto sponsorizzato

Frana sulla ferrovia, enormi massi cadono sulle rotaie. Resta chiusa la linea della val Pusteria

La linea ferroviaria è stata chiusa completamente e non si sa al momento quando potrà riaprire. Al lavoro i tecnici e i vigili del fuoco 

Pubblicato il - 19 novembre 2019 - 17:07

BOLZANO. Sono davvero enormi i sassi finiti sui binari della linea ferroviaria della val Pusteria. Una frana che si aggiunge a tanti altri smottamenti che nelle ultime hanno messo in ginocchio i trasporti nella zona.

 

La frana si è staccata all'altezza dell'abitato di Vandoies. I lavori di ripristino si prospettano molto impegnativi e la ferrovia rimarrà chiusa  almeno fino a domani.

Ieri mattina il treno Brunico – Fortezza era rimasto bloccato a causa di una frana tra Vandoies e Rio Pusteria.

"Siamo stati fortunati - commenta Martin Ausserdorfer, sindaco di San Lorenzo di Sebato - che non abbiamo dovuto rivivere un Latschander II. Immagini spaventose". Il riferimento va alla tragedia del 12 aprile 2010 tra le stazioni di Laces e Castelbello, una frana di fango e sassi travolse uno dei convogli in viaggio lungo la linea ferroviaria della Val Venosta provocando un bilancio drammatico: 9 morti e 28 feriti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.00 del 11 Agosto
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

14 agosto - 09:42

E' successo nei giorni scorsi quando alcuni cittadini hanno avvisato la società che gestisce il campo della presenza di una ventina di ragazzi che stavano giocando. Non ci possono essere assembramenti per evitare contagi da covid19 e la società ha deciso di chiudere il campo per una giornata

14 agosto - 10:38

Nella serata di ieri Bolzano e Merano sono stati colpiti ancora una volta dal maltempo. Per oggi la Protezione civile ha emesso un avviso di allerta gialla 

14 agosto - 05:01

Ieri, alle 12 si è aperta la finestra per presentare le Messe a disposizione per le supplenze. A parità di punteggio gli insegnanti verranno selezionati secondo "l'ordine cronologico" di presentazione della domanda. Uil Scuola: "Gli insegnanti sono molto arrabbiati. Pensi ad un insegnante, precario, che ha l'ansia di perdere la cattedra perché magari la sua domanda arriva in ritardo" 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato