Contenuto sponsorizzato

Frana sulla ferrovia, enormi massi cadono sulle rotaie. Resta chiusa la linea della val Pusteria

La linea ferroviaria è stata chiusa completamente e non si sa al momento quando potrà riaprire. Al lavoro i tecnici e i vigili del fuoco 

Pubblicato il - 19 novembre 2019 - 17:07

BOLZANO. Sono davvero enormi i sassi finiti sui binari della linea ferroviaria della val Pusteria. Una frana che si aggiunge a tanti altri smottamenti che nelle ultime hanno messo in ginocchio i trasporti nella zona.

 

La frana si è staccata all'altezza dell'abitato di Vandoies. I lavori di ripristino si prospettano molto impegnativi e la ferrovia rimarrà chiusa  almeno fino a domani.

Ieri mattina il treno Brunico – Fortezza era rimasto bloccato a causa di una frana tra Vandoies e Rio Pusteria.

"Siamo stati fortunati - commenta Martin Ausserdorfer, sindaco di San Lorenzo di Sebato - che non abbiamo dovuto rivivere un Latschander II. Immagini spaventose". Il riferimento va alla tragedia del 12 aprile 2010 tra le stazioni di Laces e Castelbello, una frana di fango e sassi travolse uno dei convogli in viaggio lungo la linea ferroviaria della Val Venosta provocando un bilancio drammatico: 9 morti e 28 feriti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 06 dicembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

07 dicembre - 05:01

Nelle valli, soprattutto durante la stagione invernale ed estiva, le organizzazioni criminali nigeriane, tramite il metodo mafioso, possono servirsi di connazionali che svolgono i lavori stagionali, per rispondere alla domanda di droga dei consumatori. D'Accordi: "Occorre chiedersi se il sistema sanzionatorio italiano sia adeguato a prevenire e contrastare questo fenomeno criminale'' 

06 dicembre - 19:12

Tantissimi i giovani e le famiglie che sono arrivate a Trento accogliendo la proposta del popolo delle sardine di scendere in piazza per ribadire la loro distanza da odio, rabbia e populismo

06 dicembre - 17:07

L'ex presidente della Pat ribadisce oggi la sua distanza dalla Lega di Salvini con un messaggio di solidarietà alle tante persone che tra poco si riuniranno in Piazza Dante: ''Non ci sarò perché penso loro preferiscano essere neutre politicamente. Ma faccio tanti auguri!''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato