Contenuto sponsorizzato

Fuga di gas all'Obi di Brunico, oltre 35 persone rimangono intossicate. Attivata l'unità di emergenza e mobilitati gli ospedali

Sul posto la colonna dei soccorsi per le grande emergenze con vigili del fuoco, ambulanze, elicottero sanitario, carabinieri e polizia. Il gas ha causato problemi respiratori a molti clienti trasferiti agli ospedali di Bressanone e Brunico

Foto Vigili del fuoco di Brunico
Pubblicato il - 13 aprile 2019 - 17:11

BRUNICO. Si è trattato di una fuga di gas, una sostanza urticante, che ha causato problemi e difficoltà respiratorie a circa 35 persone che sono state fatte evacuare e sono state soccorse dai sanitari giunti in forze sul posto. Da Bolzano, infatti, è partita anche la maxi colonna dei soccorsi per le grandi emergenze.

 

Vigili del fuoco, ambulanze, auto dei carabinieri e della polizia, tutti sono giunti al Maxi Obi che si trova fra San Lorenzo di Sebato e Brunico all'altezza della rotonda che collega i due comuni, dove intorno alle 14 è partita la chiamata d'emergenza.

 

 

Diversi clienti, infatti, all'improvviso hanno cominciato a lamentare problemi respiratori trovandosi a passare nell'area tra il parcheggio sotterraneo e le scale mobili. Il sospetto che si trattasse di una fuga di gas si è palesato immediatamente e visti i disagi che stavano vivendo tante persone si è provveduto a dare l'allarme e a far evacuare l'intero edificio.

 

Sul posto le ambulanze e anche l'elisoccorso oltre ai vigili del fuoco di Brunico e di San Lorenzo e i permanenti partiti da Bolzano con la colonna dei soccorsi. Troppe le persone intossicate (almeno due persone hanno riportato gravi problemi) per essere accolte tutte all'ospedale di Brunico e quindi molte di loro sono state trasferite a quello di Bressanone.

 

Nel frattempo i vigili del fuoco hanno posizionato le ventole nell'edificio per cercare di bonificarlo dal gas e intanto sono entrati in azione gli ispettori per individuare l'origine del gas. Sul posto è stato anche allestito un campo di prima emergenza per assistere le persone nell'immediato in attesa di trasferirle agli ospedali.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 luglio - 19:22

In aula il presidente della Provincia ha ribadito più volte che non c'è compatibilità tra grandi carnivori e agricoltura e allevamento di montagna rischiando di svilire dei progetti apprezzati e premiati in tutta Europa che possono essere migliorati ma hanno già raggiunto grandi risultati (170.000 euro di danni in un anno per le 100-120 unità tra orsi e lupi sono circa 1.500 euro a grande carnivoro, cifre migliorabili ma comunque molto basse)

22 luglio - 19:18

L'incidente è avvenuto intorno alle 17.45 l'escursionista stava percorrendo il sentiero lungo la via ferrata Burrone Giovanelli per raggiungere il canyon e poi il monte di Mezzocorona

22 luglio - 13:11

Parliamo di errore perché non potrebbe essere altrimenti. Il presidente della Pat ha pronunciato queste parole questa mattina in consiglio provinciale illustrando l'assestamento di bilancio 2019-2021 ed è la frase è anche nel documento. ''Un miracolo che può riuscire solo all'assessore alla conosc(i)enza Bisesti'', commenta l'ex assessora Sara Ferrari. In realtà, si immagina, volessero scrivere Alta formazione professionale (e non università) 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato