Contenuto sponsorizzato

Fuga di gas all'Obi di Brunico, oltre 35 persone rimangono intossicate. Attivata l'unità di emergenza e mobilitati gli ospedali

Sul posto la colonna dei soccorsi per le grande emergenze con vigili del fuoco, ambulanze, elicottero sanitario, carabinieri e polizia. Il gas ha causato problemi respiratori a molti clienti trasferiti agli ospedali di Bressanone e Brunico

Foto Vigili del fuoco di Brunico
Pubblicato il - 13 aprile 2019 - 17:11

BRUNICO. Si è trattato di una fuga di gas, una sostanza urticante, che ha causato problemi e difficoltà respiratorie a circa 35 persone che sono state fatte evacuare e sono state soccorse dai sanitari giunti in forze sul posto. Da Bolzano, infatti, è partita anche la maxi colonna dei soccorsi per le grandi emergenze.

 

Vigili del fuoco, ambulanze, auto dei carabinieri e della polizia, tutti sono giunti al Maxi Obi che si trova fra San Lorenzo di Sebato e Brunico all'altezza della rotonda che collega i due comuni, dove intorno alle 14 è partita la chiamata d'emergenza.

 

 

Diversi clienti, infatti, all'improvviso hanno cominciato a lamentare problemi respiratori trovandosi a passare nell'area tra il parcheggio sotterraneo e le scale mobili. Il sospetto che si trattasse di una fuga di gas si è palesato immediatamente e visti i disagi che stavano vivendo tante persone si è provveduto a dare l'allarme e a far evacuare l'intero edificio.

 

Sul posto le ambulanze e anche l'elisoccorso oltre ai vigili del fuoco di Brunico e di San Lorenzo e i permanenti partiti da Bolzano con la colonna dei soccorsi. Troppe le persone intossicate (almeno due persone hanno riportato gravi problemi) per essere accolte tutte all'ospedale di Brunico e quindi molte di loro sono state trasferite a quello di Bressanone.

 

Nel frattempo i vigili del fuoco hanno posizionato le ventole nell'edificio per cercare di bonificarlo dal gas e intanto sono entrati in azione gli ispettori per individuare l'origine del gas. Sul posto è stato anche allestito un campo di prima emergenza per assistere le persone nell'immediato in attesa di trasferirle agli ospedali.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 aprile 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 aprile - 19:42

Se le opposizioni politiche sono subito intervenute per manifestare un grande sconcerto per il taglio da 5 milioni di euro, le associazioni sono uscite frastornate nel leggere il provvedimento. "Non vogliamo fare polemica - dice Anzi - ma la richiesta è quella di confrontarsi con l'assessore e il servizio perché la delibera lascia ancora molti aspetti da chiarire

25 aprile - 13:32

Oggi è il 25 aprile e Salvini si è dimostrato ancora una volta ambiguo rispetto a questa ricorrenza dando, in questo modo un segnale al suo popolo e alla sua classe dirigente che continua a ritenerlo infallibile nonostante le continue retromarce (dal numero di immigrati clandestini all'aumento delle accise). Addirittura consigliere provinciali si fanno le foto con a fianco la sua immagine come fosse una guida spirituale

25 aprile - 16:38

Non va più bene nemmeno che le oche facciano i loro bisogni nel loro habitat naturale, su dei prati in riva al lago: Oss Emer ha già emesso un'ordinanza per farle rimuovere e portare in una fattoria vicina. Wwf, Lipu, Pan - Eppaa e Legambiente: ''Pronte a ricorrere in sede giuridica. Quelle oche selvatiche sono nate in natura e si recano su quei prati essenzialmente in inverno quindi non creano problemi al turismo'' 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato