Contenuto sponsorizzato

Il Comune di Trento non si fa sfuggire i soldi del Governo. Assegnati 250 mila euro per quattro interventi grazie al Decreto Fraccaro

Gli stanziamenti sono stati messi in campo dal Mise per aprire cantieri diffusi in tutto il Paese. L'amministrazione comunale di Trento ha presentato quattro interventi riuscendo a farsi stanziare il massimo importo stabilito dal decreto 

Di gf - 08 ottobre 2019 - 13:53

TRENTO. E' di 250 mila euro l'importo che il Comune di Trento è riuscito ad ottenere grazie allo stanziamento messo in campo dal ministero per lo Sviluppo economico all'interno Decreto crescita.

 

Parliamo di uno stanziamento nazionale complessivo di 500 milioni di euro che varia in funzione del numero dei residenti. Si va da un contributo attorno ai 50 mila euro per i comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti a un contributo di 250 mila euro per i Comuni che hanno più di 250.000 abitanti. Un intervento a cui aveva lavorato l'ex ministro Fraccaro. (QUI L'ARTICOLO)

 

Dopo la debacle della Provincia rimasta al palo sui 5 milioni che il ministero dell'ambiente aveva stanziato, il comune di Trento, come già detto, è riuscito in questo caso a fare en plein. A confermarlo è l'assessore ai lavori pubblici Italo Gilmozzi. “Appena è uscito il decreto – ha spiegato – ci siamo con gli uffici messi subito al lavoro per riuscire a presentare una lista di lavori che potessero essere finanziati. Siamo riusciti a farci assegnare lo stanziamento massimo”.

 

Le risorse potevano essere utilizzate per la realizzazione di interventi di efficientamento energetico, tra cui quello dell’illuminazione pubblica, risparmio energetico degli edifici pubblici, installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili e sviluppo territoriale sostenibile tra cui mobilità sostenibile, adeguamento e messa in sicurezza di scuole, edifici pubblici e patrimonio comunale e abbattimento delle barriere architettoniche. (QUI IL DECRETO)

 

Sono quattro gli interventi principali presentati dagli uffici comunali e che saranno finanziati con il decreto Fraccaro: un intervento di miglioria al nuovo canile cittadino, lo sbarrieramento di alcune zone a Mattarello, i nuovi corpi illuminati della pista indoor e i nuovi posti coperti al cicloparcheggio dell'ex Zuffo. Proprio quest'ultimo intervento è stato presentato quest'oggi dall'Amministrazione comunale.

 

A seguito del completamento della pista ciclopedonale di collegamento tra il parcheggio area ex Zuffo, via Druso, via Fratelli Fontana e via Vannetti, ossia tra il più grande parcheggio di attestamento del capoluogo e il centro città, nel 2018 è stato realizzato un nuovo cicloparcheggio di interscambio auto-bicicletta, allo scopo di favorire la mobilità sostenibile con conseguente riduzione del traffico veicolare sulle strade del capoluogo.

 

L’opera già realizzata occupa una superficie di 695 metri quadri, il cui lato lungo a nord lambisce la nuova pista ciclabile per circa 60 metri, ed è tutta perimetrata da una recinzione alta 3 metri e due cancelli.

Nell’area si sono ricavati 244 stalli per biciclette dei quali: 12 postazioni “E–motion” per bici elettriche; 16 postazioni “in–centro” e 216 postazioni per le biciclette proprie degli utilizzatori del servizio.

 

Una quota dei parcheggi, circa 60 stalli, lungo il lato nord, è stata coperta da una tettoia con struttura in acciaio e copertura in lamiera verniciata.

 

Visto l'utilizzo del parcheggio di molti utenti vi è stata la necessità di coprire altri stalli con tettoie completando così la nuova struttura. Si è quindi deciso di costruire una tettoia metallica lungo il lato sud del parcheggio che verrà fissata alla sottostante fondazione esistente ed una tettoia metallica, a doppia falda, con pilastri in acciaio nella parte centrale della struttura, che verrà fissata alla nuova fondazione sottostante. Con questa iniziativa si potrà disporre di ulteriori 112 posti coperti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 18:25

Valeria Ghezzi, titolare degli impianti di San Martino di Castrozza e presidente dell’Associazione Nazionale Esercenti Funiviari, risponde alle critiche rivolte verso il "Suzuki 4x4 Hybrid Vertical Tour", evento che si terrà l'1 e 2 febbraio a San Martino di Castrozza e nella Ski Area Tognola

20 gennaio - 20:31

L?incidente è avvenuto nel bellunese in un bosco sopra Limana. L'uomo stava lavorando e aveva legato con un verricello un tronco al suo trattore

20 gennaio - 19:22

Domenica la notizia è comparsa sul giornale l'Adige con tanto di spiegazione che ci sarebbe già stato l'ok di Fugatti, della Lega e di Trentino Sviluppo ma lui già in serata caricava un Story su Instagram e su Facebook dove, apparentemente, smentisce la cosa

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato