Contenuto sponsorizzato

''Immerso nel whiteout tra vento gelato e neve, grazie ai vigili del fuoco che mi hanno salvato''

Il responsabile di Meteotriveneto era in quota per fare rilevamenti quando tornando verso Passo Vezzena si è ritrovato in mezzo a un accumulo eolico. ''Ero rassegnato a rimanere bloccato quando sono apparsi due vigili del fuoco di Luserna che mi hanno liberato''

Di Luca Pianesi - 05 May 2019 - 15:07

LUSERNA. ''Mi sono ritrovato in un accumulo eolico, bloccato in mezzo metro di neve con la Jeep che non riusciva più a muoversi. Ho provato a scavare con le mani ma era in corso una vera tempesta di neve e vento e se non fossero arrivati i vigili del fuoco non so cosa avrei fatto''. Giampaolo Rizzonelli poche ore fa si trovava in quota, sopra Passo Vezzena. Responsabile del progetto monitoraggio siti freddi di Meteotriveneto stava testando ''con mano'' l'incredibile nevicata e cercando di documentare i fenomeni meteorologici di queste ore.

 

''Un fronte freddo da Nord - spiega -, che era stato previsto ma che ha presentato degli aspetti in alcuni casi davvero incredibili, provocando un rapidissimo crollo delle temperature e queste forti nevicate accoppiate a vento molto intenso. In primavera può succedere che nevichi in quota, era successo il 27 aprile 2016 con 15 centimetri in Panarotta, nel maggio del 2013 e anche nel maggio 2012 con neve intorno a quota 1.400. E tornando indietro con la memoria si ricorderà la nevicata dell'8 giugno 1956 quella che investì il Giro d'Italia e trasformò la vittoria di Charly Gaul sul Bondone in una vittoria mitica ed eroica. Però quella di oggi ha dello straordinario perché arriva a pochi giorni da un altro evento simile e perché è stata accompagnata da questo vento davvero molto intenso''.

 

Un vento che, tra le altre cose, ha causato anche quell'accumulo di neve che ha bloccato Rizzonelli e il suo fuoristrada questa mattina. ''Stavo scendendo da Millegrobbe verso Passo Vezzena - spiega - ero intorno a quota 1.400 dove erano caduti circa una 40ina di centimetri ma sulla strada erano una 15ina per il passaggio dello spazzaneve e il mio 4x4 con ruote termiche non aveva problemi anche se la neve continuava a gelarsi sul parabrezza e il vento era davvero molto forte. All'improvviso mi sono ritrovato impantanato in mezzo metro di neve. Si trattava di un accumulo, che si verifica quando il vento sposta da altre zone la neve facendola ricadere tutta in un dato luogo. Ebbene a quel punto ero completamente bloccato. Sono sceso dal veicolo e mi sono ritrovato immerso nel bianco sferzato da un vento a meno 4 gradi. Ho cominciato, quindi, a scavare con le mani, ovviamente protette dai guanti, per cercare di liberare le ruote, ma niente da fare. Ero congelato e abbastanza rassegnato a dovermi chiudere in auto sperando che la nevicata finisse invece all'improvviso sono spuntati due vigili del fuoco di Luserna. Erano lì per caso. Si stavano spostando con il fuoristrada e mi hanno notato''.

 

 

A quel punto armati di pala e buona volontà hanno spalato via la neve che bloccava la Jeep e hanno liberato Rizzonelli. ''Ho chiesto loro se potevo filmarli per poi poterli ringraziare pubblicamente - conclude il responsabile di Meteotriveneto - sono stati grandi. Davvero degli angeli apparsi all'improvviso nel whiteout che mi aveva inghiottito. Ancora un grazie ai pompieri di Luserna e a tutti i vigili del fuoco''. 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 December - 11:18

Calano i ricoveri nei normali reparti dell'ospedale e in terapia intensiva. Il rapporto contagi/tamponi si attesta intorno al 10%. Sono stati trovati 90 positivi con il test antigenico

04 December - 11:39

L’autista del camion-cisterna è stato denunciato per contrabbando a bordo aveva un carico da 26mila tonnellate di olio lubrificante che stava per entrare in Italia illegalmente, per un’evasione imposta specifica di 20mila euro

04 December - 08:50

In questi mesi di emergenza sono già state diverse le situazioni che presentano similitudini nel modo di agire della Giunta provinciale. Si guarda il momento senza un'idea di pianificazione futura di quanto fare oggi per ripartire di slancio domani

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato