Contenuto sponsorizzato

Incastrata dalle telecamere mentre ruba fiori e espleta i propri bisogni vicino alle lapidi, una donna accusata di furto aggravato e vilipendio di tombe

Dopo alcune segnalazioni gli agenti hanno avviato le indagini, mentre l'amministrazione comunale ha installato appositamente alcune telecamere per poter monitorare in modo continuo il cimitero di Tione

Pubblicato il - 24 aprile 2019 - 15:46

TIONE. Rubava fiori e lasciava i propri escrementi lungo i vialetti o vicino alle lapidi al cimitero di Tione. Ora una donna deve rispondere di furto aggravato su cose esposte alla pubblica fede e vilipendio di tombe.

 

Dopo alcune segnalazioni la polizia locale è entrata in azione per risalire all'autore di questi gesti.

 

Gli agenti hanno avviato le indagini, mentre l'amministrazione comunale ha installato appositamente alcune telecamere per poter monitorare in modo continuo il cimitero.

 

La svolta è arrivata nei giorni scorsi, in particolare alla vigilia di Pasqua, quando la polizia ha accertato l'ennesima presenza di escrementi umani.

 

In questo modo gli agenti sono riusciti a circoscrivere e delineare i contorni della situazione. Le telecamere, infatti, hanno ripreso intorno alle 6 del sabato santo, una donna intenta a rubare un vaso di fiori per spostarlo da un'altra parte e poi espletare i propri bisogni vicino ad una lapide. La donna è stata così identificata e fermata per i reati di furto aggravato su cose esposte alla pubblica fede e vilipendio di tombe.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 12:57

Il presidente del Mart Vittorio Sgarbi presenterà in conferenza stampa alla Camera un nuovo strumento tecnologico capace di fermare il virus sfruttando le particelle d'argento. "Membrana culture" è una pellicola che si può applicare alle superfici e che non necessita di interventi umani per essere sanificata. "Al museo di Rovereto la prima sperimentazione in Italia. Così i visitatori possono visitare in sicurezza"

29 novembre - 19:28

Museo di scienze naturali dell'Alto Adige, Eurac e Unitn insieme per studiare i grandi carnivori, anche in relazione con le attività outdoor. L’esperta: “Gli animali sanno bene dove e quando passano le persone, limitando di conseguenza gli spostamenti nelle ore intensamente frequentate da escursionisti e corridori”

30 novembre - 13:12

La denuncia arriva dai consiglieri del Patt Paola Demagri, Ugo Rossi e Michele Dallapiccola: ''Oggi per una questione fra l’altro nota già da qualche mese, il medico oncologo lascia il servizio del quale se ne occupava da più di due anni e l’Assessorato alla Salute in controtendenza con quanto sempre dichiarato acconsente alla chiusura di un servizio irrinunciabile, quale è il Dho, anche se forse temporaneamente''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato