Contenuto sponsorizzato

L’auto procede a zig-zag e la polizia lo ferma, scoperto ubriaco e senza patente. Sanzioni per oltre 5000 euro

Continuano i controlli della polizia stradale lungo le principali arterie regionali a finire nei guai un conducente di autobus al quale sono state elevate ben 8 contestazioni. È andata peggio all’automobilista fermato sulla SS12, con un tasso alcolemico 4 volte oltre i limiti e senza patente

Pubblicato il - 20 August 2019 - 09:18

BRESSANONE. L’auto procedeva a zig-zag tra le corsie mettendo in pericolo l’incolumità degli altri automobilisti per questo la polizia stradale di Bressanone è intervenuta in località Varna per bloccare il veicolo che stava percorrendo a grande velocità la strada statale 12.

 

L’auto, con targa italiana, è stata fatta fermare in una delle piazzole di sosta. Gli agenti entrati in azione non potevano fare a meno di avvertire un forte odore di alcol, inoltre il conducente si esprimeva a fatica, emanava un forte alito vinoso e barcollava.

 

Per questo è stato sottoposto immediatamente all’accertamento tramite etilometro risultando 4 volte oltre il limite di legge. Ad un successivo controllo emergeva inoltre che il guidatore fosse privo dei documenti di guida e di identificazione e pertanto veniva accompagnato al commissariato di Bressanone per i rilievi fotosegnaletici.

 

Per queste infrazioni, normalmente, viene disposto il ritiro della patente ma gli agenti dopo aver effettuato ulteriori controlli si sono resi conto che l’uomo non l’aveva mai conseguita. Pertanto, oltre al sequestro dell’auto per 3 mesi è stata erogata un’ulteriore sanzione da 5000 euro. Il 29enne veniva quindi deferito all’autorità giudiziaria.

 

Gli interventi della polizia stradale non si fermano qui, durante il ponte di Ferragosto una pattuglia, impegnata nel contrasto delle violazioni dei tempi di guida e riposo del trasporto professionale, ha fermato un autobus per alcuni controlli.  

 

Il mezzo privato con targa italiana, che dal territorio austriaco trasportava una comitiva di turisti in Italia a Bologna, è stato scrupolosamente ispezionato.

 

Dall’analisi dei dati del cronotachigrafo emergevano diverse violazioni riguardo il rispetto dalla normativa specifica nel settore dell’autotrasporto.

 

All’autista e all’impresa proprietaria del veicolo venivano elevati ben 8 verbali di contesto anche alla luce delle irregolarità riguardanti anche la documentazione del veicolo, nonché il rapporto di lavoro che legasse l’autista all’impresa stessa.   

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 giugno - 10:01
"Sono l'ultimo che dovrebbe fare la morale a chi vuole divertirsi, ma quello che state lasciando in piazza d'Arogno è uno schifo". Così il [...]
Ambiente
21 giugno - 09:32
Romano Nesler, presidente della Federazione associazioni apicoltori del Trentino: "La lotta alla Flavescenza dorata sulle vite ha tristi precedenti [...]
Cronaca
21 giugno - 09:41
E' successo nella zona dell'Idroland Baitoni, sul posto i vigili del fuoco, i soccorsi sanitari e la polizia locale Valle del Chiese. L'uomo, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato