Contenuto sponsorizzato

''Le sagome viste sul Mummery sono di Tom e Daniele'', ecco il video di Alex Txikon sull’operazione Nanga Parbat

La conferma che le ricerche si sono concluse è arrivata anche dall'ambasciatore italiano in Pakistan. Il team Nardi ricorda le ultime parole dello scalatore: ''Mi piacerebbe essere ricordato come un ragazzo che ha provato a fare una cosa incredibile, impossibile, che però non si è arreso e se non dovessi tornare il messaggio che arriva a mio figlio sia questo: non fermarti non arrenderti''

Di Luca Pianesi - 09 marzo 2019 - 19:13

TRENTO. ''Con grande dolore informo che le ricerche di Daniele Nardi e Tom Ballard sono terminate visto che Alex Txikon e la sua squadra hanno confermato che le sagome viste sul Mummery a circa 5.900 metri sono quelle di Daniele e Tom". Così l'ambasciatore italiano in Pakistan Giuseppe Pontecorvo, con un tweet, ha messo un punto sulla vicenda dei due scalatori che da due settimane erano dispersi sul Nanga Parbat. La notizia ve l'avevamo data già questa mattina dopo aver sentito chi, dalla Val di Fassa, aveva seguito ogni movimento di Tom che proprio nella valle trentina lascia la fidanzata Stefania Pederiva e tanti, tanti amici che in queste ore si uniscono al cordoglio della famiglia (QUI L'ARTICOLO CON LE PAROLE DELLA FIDANZATA).  

 

 

La conferma, insomma, ormai è arrivata da tutti i canali ufficiali visto anche che le difficilissime ricerche guidate da Alex Txikon si sono definitivamente interrotte. Quello qui sopra è un video dello stesso alpinista basco girato sul Nanga Parbat durante questi difficilissimi giorni. Uno degli ultimi giorni di ricerche, per esempio, lunedì viene così raccontato da Txikon su Facebook: ''Scendiamo al C (campo ndr) 2 e scopriamo la tenda di Daniele e Tom che è poco più di mezzo metro sotto la neve completamente distrutta. Troviamo uno zaino e trasportiamo tutti gli effetti personali di Daniele e Tom al C1. Al nostro ritorno a C1 troviamo il resto della squadra che è arrivata dal CB. Mentre Ali, Imtiyaz e Dilawar scendono al campo base, Ignacio, Felix, Josep e io decidiamo di rimanere per la notte a C1''. 

 

E ancora martedì: ''Siamo praticamente al C3. Abbiamo fatto volare il drone e guardato con il binocolo per più di un’ora. Il Nanga Parbat non ha punti intermedi, il calore del sole ti cuoce e il freddo intenso dell’ombra fanno di questa montagna una bomba a orologeria. Quindi, decidiamo di non risalire di nuovo dato il pericolo di valanghe, e considerato quanto accaduto ieri ne abbiamo abbastanza ragione: il sole è troppo caldo e la stabilità delle gigantesche masse di ghiaccio che pendono sopra i 7.000 metri è molto bassa''.

 

''Siamo affranti dal dolore - comunica oggi il team di Daniele Nardi - vi comunichiamo che le ricerche di Daniele e Tom sono concluse. Una parte di loro rimarrà per sempre al Nanga Parbat. Il dolore è forte; davanti a fatti oggettivi e, dopo aver fatto tutto il possibile per le ricerche, dobbiamo accettare l'accaduto. Ringraziamo Alex, Ali, Rahmat e tutta la squadra di soccorso, le autorità pakistane e italiane, i giornalisti, gli sponsor, tutti gli amici che hanno dimostrato tanta collaborazione e generosità. La famiglia ricorda Tom come competente e coraggioso amico di Daniele. A lui va il nostro pensiero''.

 

''Daniele - concludono - rimarrà un marito, un padre, un figlio, un fratello e un amico perso per un ideale che, fin dall'inizio, abbiamo accettato, rispettato e condiviso. Ci piace ricordarti come sei veramente: amante della vita e delle avventure, scrupoloso, coraggioso, leale, attento ai dettagli e sempre presente nei momenti di bisogno. Ma soprattutto ci piace ricordarti con le tue parole: "Mi piacerebbe essere ricordato come un ragazzo che ha provato a fare una cosa incredibile, impossibile, che però non si è arreso e se non dovessi tornare il messaggio che arriva a mio figlio sia questo: non fermarti non arrenderti, datti da fare perché il mondo ha bisogno di persone migliori che facciano sì che la pace sia una realtà e non soltanto un'idea…vale la pena farlo''.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 novembre - 04:01

Mentre i positivi continuano a scendere, per la comunicazione ufficiale, siamo andati ad analizzare i dati completi per capire se anche i positivi agli antigenici calano. Ecco il focus su una decina di comuni con il confronto rispetto a una settimana fa. Ebbene se Pergine ha ridotto i contagiati attivi di 129 unità e Baselga di Piné è scesa, fortunatamente, sotto il 3% soglia critica per la ''zona rossa'' in molte altre realtà il totale di positivi è aumentato per un dato globale che si mostra stabile 

23 novembre - 17:44

Quando i carabinieri si sono affacciati dalla porta del bar, aperto nonostante le restrizioni, all’interno hanno individuato 9 clienti, di questi due non indossavano la mascherina. Stessa sorte anche per un altro locale della zona

24 novembre - 08:24

E' successo ieri, il piccolo stava giocando in casa mentre i genitori erano occupati in altre faccende. Ad un certo punto si è aggrappato ad un mobile che gli è poi caduto addosso. Inutili purtroppo i tentativi di tenerlo in vita

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato