Contenuto sponsorizzato

Maltempo, penne nere trentine ancora in campo con ''L'Alpino adotta un pino'': ''Vogliamo aiutare la popolazione a ricostruire quello che ha distrutto Vaia''

Lo scorso anno i panettoni venduti sono stati 27mila. Quest'anno si possono acquistare anche pandori. Con il ricavato gli alpini vogliono contribuire nei progetti di ricostruzione sui territori trentini

Pubblicato il - 08 ottobre 2019 - 12:21

TRENTO. Non si ferma l'impegno degli alpini trentini per aiutare i vari territori nella ricostruzione nelle zone colpite dal maltempo che nell'ottobre dello scorso anno si è abbattuto in Trentino causando una devastazione mai vista.

 

Ed è per questo che anche quest'anno è tornata l'iniziativa “L'alpino adotta un pino”. Attraverso infatti l'acquisto di un panettone o di un pandoro è possibile aiutare i territori trentini colpiti da Vaia.

 

Un panettone o un pandoro di 750 grammi vengono venduti all'interno di una latta personalizzata con assieme una medaglietta della sezione di Trento. Il tutto si può ritirare nelle sedi dei vari gruppi sparsi sul territorio.

Nella scorsa edizione nel 2018 i panettoni venduti sono stati circa 27 mila. Grazie al ricavato si è riusciti a intervenire per la sistemazione del parco faunistico Vanoi, del tetto della chiesa di Santa Maria ad Nives e di una chiesetta degli alpini a Predazzo. Oltre a questo si è contribuito anche alla riqualificazione del colle di Tenna con un progetto con capofila il Comune di Tenna e la Forestale della Provincia Autonoma di Trento.

 

Visto i tanti interventi che sono rimasti da fare in Trentino, l'obiettivo quest'anno è quello di aumentare le vendite per riuscire ancora di più ad aiutare il territorio con il ricavato. A prendere parte all'iniziativa saranno anche quest'anno i gruppi di alpini emiliani già aiutati in passato dal Trentino durante l'emergenza terremoto.

 

L'offerta minima per il panettone/pandoro è di 10 euro. Di questi, 89 centesimi andranno a contribuire per la costruzione della nuova ala del centro disabili della scuola Nikolajewka di Brescia.

 

Tutte le informazioni si potranno trovare contattando i singoli gruppi degli alpini sparsi sul territorio o la sede di Trento. 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 giugno - 11:51
Entra oggi in vigore la nuova ordinanza del presidente Kompatscher che prevede un alleggerimento delle misure restrittive. Via il coprifuoco e la [...]
Ambiente
21 giugno - 13:06
Già lo scorso autunno erano stati registrati i vocalizzi di due adulti che richiamavano i piccoli, ma mancava ancora la conferma definitiva, [...]
Cronaca
21 giugno - 13:24
Per chiunque avesse informazioni utili per il ritrovamento di Ciro, il suo padrone lo descrive con un cane non aggressivo, con micro chip, collare [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato