Contenuto sponsorizzato

Nella mostra dei bambini Cesare Battisti è una "Spia al soldo dell'Italia''. La scuola: ''Era la valutazione di una parte della popolazione''

I pannelli realizzati dagli alunni sono stati esposti nel fine settimana durante la festa di San Martino. Un visitatore: "Che Cesare Battisti abbia avuto nel popolo trentino anche voci contrarie alla sua insurrezione è cosa nota. Ma accusarlo di essere anche prezzolato mi pare veramente troppo”

Pubblicato il - 22 maggio 2019 - 12:59

TRENTO. Cesare Battisti “Un deputato austriaco (spia a soldo dell'Italia) che ha tradito il suo parlamento e la sua gente per sparare contro i suoi connazionali”. Questa la scritta che alcuni genitori hanno notato in uno dei cartelli della mostra realizzata dagli alunni delle scuole Sanzio e che è stata esposta nell'ultima festa di quartiere che si è tenuta lo scorso fine settimana.

 

“Che Cesare Battisti – ha spiegato un visitatore della mostra - abbia avuto nel popolo trentino anche voci contrarie alla sua insurrezione è cosa nota. Ma accusarlo di essere anche prezzolato mi pare veramente troppo”.

 

Cesare Battisti è un personaggio che in Trentino, e non solo, ha sempre fatto molto discutere.  E' stato un patriota, giornalista, geografo, politico e irredentista italiano. Al Parlamento di Vienna si batté per ottenere l'autonomia amministrativa del Trentino e  arruolatosi volontario negli Alpini combatté per la parte italiana. Catturato fu processato e impiccato per alto tradimento.

 

Le critiche che sono arrivate da alcuni genitori riguardano soprattutto una descrizione che forse avrebbe avuto bisogno di una maggiore intermediazione da parte degli insegnanti.

 

La mostra in cui compare questo cartello è stata realizzata da alcuni alunni delle Sanzio in occasione delle giornate Fai durante le quali hanno anche avuto il bello e importante compito di fare da “cicerone” per spiegare la storia di San Martino. I pannelli sono poi stati richiesti anche per la festa di quartiere a San Martino.

 

“I bambini – viene spiegato dalla referente delle primarie Laura Corelli – per realizzare questa mostra hanno utilizzato fonti storiche e architettoniche che hanno trovato attraverso le ricerche. Per quanto riguarda Cesare Battisti, quello riportato sarà quindi un testo storico recuperato da qualche fonte. Mi sento fin da subito di escludere che vi sia stata una qualche valutazione di tipo politico da parte dei realizzatori di questa mostra”.

 

I genitori, nel segnalare il pannello riferito a Cesare Battisti, si sono chiesti se l'attività non fosse stata seguita anche da una insegnante che avrebbe dovuto fungere da guida. “Sicuramente – ha concluso la referente - è stata una frase riportata e probabilmente l'insegnante avrà fatto da mediatore dicendo che la valutazione di una parte della popolazione nei confronti di Battisti era stata questa

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 11:36

Iniziata nel marzo 2016, l'operazione Carthago ha portato a sgominare una rete ramificata in Marocco, Olanda, Spagna, Svizzera e Italia. Due i nuclei criminali composti da nordafricani e italiani legati ai clan di Torre Annunziata e alla mafia foggiana, che controllavano anche il mercato trentino. 73 gli indagati totali, 19 gli arrestati e sequestrati stupefacenti per un valore di 70 milioni di euro

19 settembre - 06:01

Dopo i fatti di luglio e agosto, con il ritrovamento di 47 e 180 capi morti, la Procura di Trento si prepara ad aprire un processo per indagare su diversi possibili illeciti. La determinazione della causa di morte, riportata dal referto dell'Istituto zooprofilattico, rischia di aprire un "vaso di Pandora" sul sistema dei titoli per ettaro erogati dall'Unione Europea

18 settembre - 18:45

In questi anni gli avvistamenti di questa specie si sono fatti sempre più rari e dal 2006 il Carpione del Garda è entrato a far parte della lista delle specie fortemente a rischio estinzione. Fra le cause di questa dipartita ci sono sia fattori umani che ambientali

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato