Contenuto sponsorizzato

Quindicenne violentata mentre torna da scuola, ci sono due identikit e la svolta nelle indagini potrebbe arrivare in queste ore

La ragazza di 15 anni è stata aggredita e violentata lunedì scorso. Proprio in queste ore potrebbero arrivare dalla scientifica di Padova i risultati sulle impronte trovate sulla bici della giovane

Pubblicato il - 14 maggio 2019 - 08:30

BOLZANO. Ci sono due identikit degli uomini che hanno aggredito e violentato la quindicenne poco più di una settimana fa mentre tornava a casa da scuola.

 

Il lavoro portato avanti dalle forze dell'ordine e soprattutto da parte della scientifica non si ferma da giorni e proprio in queste ore potrebbe arrivare una svolta dalle indagini. Dalla scientifica di Padova, infatti, potrebbero arrivare i risultati delle analisi sulle impronte trovate sulla bicicletta della studentessa. Questo elemento permetterebbe di riuscire in poco tempo ad individuare gli autori di quello che è successo. In caso contrario sarà molto difficile.

 

Il fatto è avvenuto nel pomeriggio di lunedì 6 maggio. La giovane stava tornando da scuola quando ad un certo punto, lungo la passeggiata del fiume Isarco, nei pressi dello stadio Druso, è stata bloccata da due uomini. In un primo momento è stata aggredita e poi, da uno dei due, spinta in mezzo ai cespugli verso la sponda del vicino fiume e violentata.

 

Se da un lato le indagini stanno proseguendo dall'altro non si fermano nemmeno i controlli che le forze dell'ordine stanno portando avanti su tutto il territorio.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 04:01

In Trentino il turismo è un settore strategico, pesa per il 20% del Pil provinciale, il periodo di Natale e Capodanno vale un terzo della stagione invernale e il "buco" in caso di chiusura tout-court viene valutato in 1 miliardo. Un danno che si aggiunge alla primavera cancellata e l'estate oltre le aspettative ma in fortissimo calo: si stima di aver bruciato tra indotto diretto e indiretto circa 280 milioni di euro e mezzo miliardo da marzo

25 novembre - 08:56

La 73enne Iolanda Balzano si è spenta dopo aver lottato contro il coronavirus: madre di quattro figli, nonna e bisnonna si era candidata in sostegno di Franco Ianeselli nelle ultime elezioni comunali. Il figlio: “Una manciata di giorni ti hanno portata via da quella quotidianità che vivevi con la forza e il coraggio”

24 novembre - 16:58

Un’analisi dei certificati di decesso ha mostrato che il Covid-19 è la causa direttamente responsabile della morte nell’89% dei decessi raccolti nel Sistema di Sorveglianza. L’Iss: “È probabile che nei mesi di marzo e aprile i decessi legati al coronavirus siano sottostimati perché molti pazienti morirono senza essere testati”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato