Contenuto sponsorizzato

Ripescato dall'Avisio un lupo morto, era stato investito da un'auto e gettato nel torrente

Il ritrovamento era stato effettuato il 10 marzo scorso nel torrente all'altezza di Soraga, quando alcuni turisti in passeggiata avevano notato e segnalato la presenza di una carcassa in acqua. Gli esami confermano che si tratta di un lupo

Pubblicato il - 29 aprile 2019 - 13:25

SORAGA. Un lupo è stato recuperata dall'Avisio in Val di Fassa. La conferma è arrivata nei giorni scorsi a seguito degli esami autoptici dei resti dell'animale. 

 

Il ritrovamento era stato effettuato il 10 marzo scorso nel torrente all'altezza di Soraga, quando alcuni turisti in passeggiata avevano notato e segnalato la presenza di una carcassa in acqua.

 

Immediato l'intervento dei vigili del fuoco di fuoco di zona. Un'operazione di recupero complessa. "Abbiamo teso una fune - commenta il comandante dei pompieri Christian Pellegrin - quindi abbiamo imbragato il lupo per portarlo lungo la riva del torrente".

Da lì la carcassa è stata consegnata ai forestali, i quali si sono rivolti all'Istituto zooprofilattico delle Tre Venezie per esami del caso.

 

La causa della morte dell'animale sarebbe stato vittima di un investimento stradale, numerose le fratture riportate dall'esemplare. Il lupo sarebbe poi stato gettato nel torrente e quindi la corrente ha trascinato l'animale fino a Soraga, dove è stato recuperato.

 

Inizialmente si è pensato che fosse un cane cecoslovacco, ma le analisi e gli esami hanno confermato che si tratta di un lupo. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 ottobre - 20:24

Recentemente la Pat ha modificato i criteri dell'isolamento della classe: 2 alunni per il primo ciclo dell'infanzia, 1 studente negli istituti superiori. I pediatri: "Sono decisioni politiche. I minorenni sono spesso asintomatici e pauci-sintomatici e questo è rassicurante dal punto di vista del decorso della malattia, ma comunque c'è un fattore di rischio legato alla contagiosità che poi può arrivare in famiglia"

27 ottobre - 20:09

Tra i nuovi contagiati, 146 persone presentano sintomi, 3 casi sono ricondotti alla fascia d'età 0-5 anni, 15 positivi invece tra 6-15 anni, mentre 30 infezioni riguardano gli over 70 anni. Ci sono inoltre 33 nuovi casi tra bambini e ragazzi in età scolare

27 ottobre - 20:00

Il presidente Conte ha fatto il punto sul suo dpcm e sul nuovo decreto che accompagna le misure restrittive con molte risorse economiche di sostegno per chi è costretto a ridurre o chiudere la propria attività. Gualtieri: ''Abbiamo scelto le modalità più rapide di ristoro. Il contributo a fondo perduto sarà erogato automaticamente alle oltre 300.000 aziende che lo avevano avuto in precedenza e quindi contiamo per metà di novembre di aver fatto tutti i bonifici''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato