Contenuto sponsorizzato

Rischio incidente: non si rispettano i limiti di velocità e si usa il cellulare alla guida. In un mese 142 infrazioni nelle valli trentine

Sono 134 i verbali che nell'arco di circa un mese sono stati fatti dalla polizia stradale di Predazzo nelle valli di Fiemme e Fassa

Pubblicato il - 10 luglio 2019 - 08:37

TRENTO. Si corre troppo e si guida con il cellulare. In un mese sono state 142 le infrazioni al codice della strada rilevate dalla polizia stradale di Predazzo nelle valli di Fiemme e Fassa.

 

Con l'arrivo della bella stagione, il traffico aumenta sensibilmente per l'elevato afflusso di turisti e per questo le forze dell'ordine hanno deciso di incrementare i controlli sulle strade in particolare sui limiti di velocità, sull'uso improprio di telefoni cellulari nonché sullo stato psicofisico dei conducenti in seguito all'eventuale assunzione di sostanze stupefacenti o di bevande alcoliche.

Purtroppo non sono pochi gli automobilisti pizzicati per qualche irregolarità. In circa un mese la polizia stradale ha effettuato 134 verbali con la contestazione di 142 infrazioni al codice della strada. Tra questa la maggior parte, 30, riguardano contestazioni per la guida pericolosa.

 

C'è poi l'utilizzo del telefonino durante la guida (18), la mancanza di cintura di sicurezza e sono state quattro le contestazioni riguardanti la guida in stato di ebbrezza.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 17:33

L’Azienda sanitaria ha comunque già attivato il piano di riorganizzazione degli ospedali per far fronte all’atteso aumento dei casi con sintomi e rinnova con forza la raccomandazione di rispettare la regola del distanziamento, l’igiene delle mani e l’uso della mascherina

31 ottobre - 16:22

A partire da questa mattina sono diverse le persone che si stanno recando al cimitero. Ieri il presidente della Provincia, Fugatti, ha deciso di chiudere i campisanti l'1 e il 2 novembre

31 ottobre - 10:26

La decisione è stata presa durante un colloquio in video-conferenza tra i tre presidenti dell'Euregio Fugatti, Platter, e Kompatscher. "Fondamentale la collaborazione e lo scambio continuo tra i territori. Uno dei nostri obiettivi è tenere aperti i confini per garantire la mobilità nei nostri territori e lo spostamento dei pendolari"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato