Contenuto sponsorizzato

Rischio incidente: non si rispettano i limiti di velocità e si usa il cellulare alla guida. In un mese 142 infrazioni nelle valli trentine

Sono 134 i verbali che nell'arco di circa un mese sono stati fatti dalla polizia stradale di Predazzo nelle valli di Fiemme e Fassa

Pubblicato il - 10 luglio 2019 - 08:37

TRENTO. Si corre troppo e si guida con il cellulare. In un mese sono state 142 le infrazioni al codice della strada rilevate dalla polizia stradale di Predazzo nelle valli di Fiemme e Fassa.

 

Con l'arrivo della bella stagione, il traffico aumenta sensibilmente per l'elevato afflusso di turisti e per questo le forze dell'ordine hanno deciso di incrementare i controlli sulle strade in particolare sui limiti di velocità, sull'uso improprio di telefoni cellulari nonché sullo stato psicofisico dei conducenti in seguito all'eventuale assunzione di sostanze stupefacenti o di bevande alcoliche.

Purtroppo non sono pochi gli automobilisti pizzicati per qualche irregolarità. In circa un mese la polizia stradale ha effettuato 134 verbali con la contestazione di 142 infrazioni al codice della strada. Tra questa la maggior parte, 30, riguardano contestazioni per la guida pericolosa.

 

C'è poi l'utilizzo del telefonino durante la guida (18), la mancanza di cintura di sicurezza e sono state quattro le contestazioni riguardanti la guida in stato di ebbrezza.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.34 del 19 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 19:21

Fototrappolato dal forestale Tommaso Borghetti pochi giorni fa sui Lessini il maschio alfa giunto dalla Slovenia e unitosi alla femmina alfa (li si riconosce perché alzano la zampa entrambi per segnare il territorio GUARDA I VIDEO) nel 2012 spiega come la dispersione sia il segreto del successo di questi animali. ''Uno dei suoi figli nati sulle nostre montagne è stato avvistato in Slovenia. Ha fatto il percorso inverso a lui, mentre una femmina, sempre slovena, è arrivata a Paneveggio''

20 ottobre - 18:50

I sinistri a catena si sono verificati all'altezza dello svincolo che dalla strada che da Dermulo va verso Sanzeno gira per Coredo

20 ottobre - 16:05

L'uomo, un 35enne del Centro Italia, andava spesso in Val Rendena in vacanza. Poi si armava di zainetto e scarpe da trekking e invece che andare per funghi o mirtilli raggiungeva le sue piante di cannabis

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato