Contenuto sponsorizzato

Sbanda in statale e sfonda con l'auto la recinzione in cemento della ferrovia

L'incidente è avvenuto intorno alle 19 lungo la strada statale 12 all'altezza di Borghetto, dove il conducente ha perso il controllo del mezzo per finire contro la recinzione ferroviaria. In azione ambulanza, vigili del fuoco di Avio e carabinieri

Pubblicato il - 08 novembre 2019 - 21:27

AVIO. Un'auto è uscita di carreggiata, ha sfondato la protezione in cemento che delimita i binari della ferrovia e quindi ha finito la corsa a cavallo della recinzione.

 

L'incidente è avvenuto intorno alle 19 lungo la strada statale 12 all'altezza di Borghetto nel comune di Avio, dove il conducente ha perso il controllo del mezzo, anche a causa dell'asfalto reso viscido alla pioggia di oggi.

 

Dopo aver sbandato, il veicolo è finito contro la recinzione che delimita la ferrovia. Un impatto violentissimo, tanto che la protezione in cemento è stata completamente distrutta.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanza, vigili del fuoco di Avio e carabinieri per effettuare i rilievi, ricostruire la dinamica e gestire il traffico. 

I pompieri e le forze dell'ordine hanno messo in sicurezza l'area, mentre il personale medico ha prestato le prime cure al conducente del veicolo.

 

I sanitari hanno immobilizzato e stabilizzato l'uomo, che è stato trasportato all'ospedale. Fortunatamente solo tanta paura e qualche botta, ma il conducente non è in pericolo, anche se è stato trasportato al pronto soccorso per accertamenti e approfondimenti.

 

Le operazioni poi sono proseguite nel recupero e nella rimozione del mezzo. Qualche disagio alla viabilità, la strada è stata chiusa per permettere l'intervento della macchina soccorsi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 05:01

Il consigliere pentastellato non ci sta: il manifesto va cambiato perché manda un messaggio sbagliato. "Non va inculcato nella testa dei bambini che il papà è un orco". Non si è fatta attendere la reazione di Non una di meno-Trento: "Per contrastare ogni discriminazione e fenomeno oppressivo dobbiamo guardare alla sua radice e non annacquare tutte le situazioni in riferimenti generici privi di contesto"

22 novembre - 08:22

Si tratta di Luca Bettega. Sul posto si sono portati i carabinieri e il medico legale. E' stata disposta l'autopsia per accertare le causa della morte 

21 novembre - 19:19

Per l'assessora provinciale competente questo sarebbe ''un segnale importante'' per aiutare chi quotidianamente convive con i problemi legati all'handicap eppure le variabili in gioco sembrano essere davvero troppe. La norma rischia di valere per pochissimi casi. Meglio sarebbe stato potenziare la legge nazionale che prevedere di favorire lo smart working per i genitori di figli disabili

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato