Contenuto sponsorizzato

Sedili in legno e pomelli d'ottone, il fantastico viaggio per la Val di Non e la Val di Sole con un treno di inizi '900

Un viaggio tra storia, arte e gusto. La partenza è fissata l'11 agosto con la possibilità di conoscere le bellezze del territorio ma anche le tante prelibatezze offerte a partire dai prodotti Melinda

Pubblicato il - 04 agosto 2019 - 08:40

TASSULLO. Un affascinante viaggio nella storia e nell’arte attraverso la Val di Non e la Val di Sole visitando Castel Caldes, la borgata di Cles e la residenza privata di Castel Valer.

 

Tra una visita e l’altra una colazione salutare con i prodotti di Melinda, pranzo in ristorante associato alla Strada della Mela, vini e bollicine della cantina Mezzocorona.
 

Un viaggio davvero straordinario con il trentino dei castelli a bordo delle carrozze restaurate di un treno inizi '900 con sedili in legno e pomelli d’ottone.

 

Il trento oltre a oggi, 4 agosto, partirà l'11 agosto da Tassullo per un viaggio tra storia e arte. (Qui tutte le informazioni)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 novembre - 12:30

Zanella lascia l'assessorato comunale alla Mobilità e andrà in Consiglio provinciale: "Porterò avanti battaglie su diritti, parità di genere e migranti. Ma assieme a tutta la coalizione dobbiamo iniziare a costruire anche un progetto per il 2023"

24 novembre - 16:21

Il sindaco ha optato per l'esperienza in ambito di trasporti e mobilità del 73enne che poche settimane fa si era anche candidato alle elezioni comunali di Bolzano (prendendo una ventina di voti con +Europa) per superare l'impasse creato dal passaggio di Zanella in consiglio provinciale. Ecco la lettera di Facchin con progetti e impegni

24 novembre - 11:24

Partendo dal ritrovamento di un’esemplare investita da un’automobile, nella zona del Garda veronese, è stato possibile individuare un intero branco di sciacalli dorati, con almeno 3 cuccioli al seguito. L’esperto: “Si tratta sicuramente del gruppo più importante per l’espansione della specie in Italia”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato