Contenuto sponsorizzato

Si mette alla guida ubriaco alle 6.30 e causa un incidente. Aveva un tasso alcolemico 4 volte quello consentito dalla legge

L'uomo è stato denunciato e l'auto su cui viaggiava è stata sequestrata. Nei controlli dei carabinieri è stato fermato anche un giovane del Primiero per possesso di eroina 

Pubblicato il - 13 marzo 2019 - 08:29

CAVALESE. Si è messo alla guida ubriaco causando poi un incidente. E' successo lunedì mattina alle 6.40.

 

Il nucleo radiomobile in collaborazione con la stazione dei Carabinieri di Molina sono intervenuti per rilevare un incidente stradale a Cavalese. Nei diversi controlli è stato effettuato anche quello alcolemico sulle parti coinvolte. Rilevando, in una queste, un tasso di ben quasi 4 volte quello consentito ai termini di legge.

 

L'uomo è stato denunciato all’autorità giudiziaria ai sensi dell’articolo 186 del Codice della strada per guida in stato d’ebrezza ed il mezzo in suo uso sequestrato.

 

I controlli effettuati dai carabinieri di Cembra-Lisignago e San Giovanni Di Fassa – Sen Jan e dalle gazzelle del Nucleo Radiomobile nel territorio di competenza, in quest’ultimo periodo, hanno consentito di rilevare in totale 6 infrazioni di particolare gravità a carico di alcuni soggetti che si mettevano alla guida dopo aver abusato in maniera considerevole di bevande alcoliche.

 

Nella rete dei militari è inoltre finito anche un giovane residente in Primiero, già noto ai carabinieri, che sottoposto ad un approfondita verifica è stato trovato in possesso di alcune dosi di eroina poste poi sotto sequestro.

Potrebbe interessarti
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 marzo 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 marzo - 20:12

Venerdì una serata aperta alla cittadinanza dedicata a ''Genere, educazione, pluralità'' e, nel pomeriggio, appuntamento con la Cgil in piazza Dante. Il 30 marzo tutti a Verona per il corteo di Non una di meno

21 marzo - 18:37
Le indagini partono poco più di due mesi fa, quando gli agenti pizzicano un veicolo di proprietà di un comune della Val Rendena e condotto da un dipendente di Tione mentre compie una violazione alla segnaletica stradale. Gli accertamenti però mettono in luce un quadro pesante per l'uomo tra truffa, peculato e falsa attestazione di servizio
21 marzo - 20:01

I due giovani si trovavano in un tratto di pista molto ripida.  Il Soccorso alpino gli ha fatto calzare le racchette da neve e sono stati accompagnati, con l'ausilio di una corda, a valle fino alla motoslitta

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato