Contenuto sponsorizzato

Si mettono il passamontagna e poi imbrattano la pensilina della fermata dell'autobus. Tre giovani fermati dalla polizia

E' successo in piazza della Dogana a Bolzano questa notte. I tre ragazzi dopo essersi resi conto di essere stati scoperti hanno cercato di scappare ma sono stati fermati 

Pubblicato il - 23 agosto 2019 - 14:07

BOLZANO. Si sono messi con dei pennelli ad imbrattare una pensilina della fermata dell'autobus in piazza Dogana ma sono stati scoperti da un equipaggio della Squadra Volante.

 

Tre giovani svizzeri sono finiti nei guai. Il fatto è avvenuto la scorsa notte. Durante un servizio di pattugliamento, un equipaggio gli agenti ha notato alcuni giovani che ad un certo punto hanno iniziato a nascondersi dietro una pensilina della fermata dell’autobus.

 

Avvicinati dagli operatori, i giovani si sono dati immediatamente ad una precipitosa fuga, indossando tutti un passamontagna. Con non poca fatica sono stati raggiunti dagli operatori della ed accompagnati in Questura per la loro identificazione.

 

I tre si sono resi responsabili , in concorso tra di loro, dell’imbrattamento della pensilina. L’illecito commesso è il deturpamento e l’imbrattamento di cose altrui.

 

Anche se il reato di danneggiamento è stato depenalizzato, la depenalizzazione non ha toccato la norma del codice penale che sanziona con la multa da trecento a mille euro o con la reclusione da 1 a 6 mesi chi indistintamente deturpa o imbratta beni immobili o mezzi di trasporto, pubblici o privati.

 

Oltre a ciò, ci sono da considerare i profili risarcitori di carattere civile e le spese processuali da sostenere.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 settembre - 18:34

Preoccupatissima la categoria per le conseguenze devastanti che si annunciano per il sistema agricolo provinciale. Tra le richieste che si valuti la possibilità di riconoscere sgravi contributivi e indennizzi alle aziende frutticole che hanno subito danni rilevanti tali da compromettere redditività e sopravvivenza, nonché si attino specifici contributi, come quelli già previsti per l’acquisto di reti anti insetto

18 settembre - 17:21

Mal sopportato da tempo l'ex sindaco di Firenze ha messo in sicurezza il partito (portandolo di nuovo al governo), ha atteso si formasse il governo (per non ridurre tutto a una questione ministeri e segretariati) e ha fatto quello che praticamente tutti, prima di lui, hanno fatto nel Pd: lasciarlo. La senatrice trentina: ''E una casa autenticamente europeista, popolare e liberale''

18 settembre - 17:17

L'incidente è avvenuto intorno alle 15.30 lungo la strada statale 240 all'altezza di un incrocio poco prima dell'abitato di Bezzecca. Il ferito elitrasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato