Contenuto sponsorizzato

Sulla pista Willy Wonka tre incidenti in serie per dei biker. Attacco di panico per un'escursionista nella grotta Bus del Giaz

L'incidente più grave ad una ragazza tedesca che è caduta battendo la testa dopo un salto sbagliato verso il fondo della pista, elitrasportata al Santa Chiara

Pubblicato il - 21 giugno 2019 - 19:56

TRENTO. Altro che Fabbrica di CioccolatoWilly Wonka quest'oggi ha fatto rima con incidenti. Nella bike area di Andalo, sulla Paganella, quest'oggi il soccorso alpino è dovuto intervenire per ben tre volte sulla pista che porta il nome del protagonista del romanzo di Roald Dahl

 

Nel primo caso una ragazza tedesca del 1981 è caduta battendo la testa dopo un salto sbagliato verso il fondo della pista. Raggiunta dalle squadre di terra dell’Area operativa Trentino centrale del Soccorso alpino e dall’equipe medica fatta sbarcare dall’elicottero, è stata spinalizzata, imbarellata ed elitrasportata all’ospedale di Trento.

 

Sono stati portati in ambulanza all’ospedale Santa Chiara di Trento anche i due biker, un'altra ragazza tedesca e un uomo della provincia di Bergamo, infortunatisi sulla stessa pista dopo aver perso il controllo dei loro mezzi ed essere finiti rovinosamente a terra. In questi casi sono intervenute le squadre di terra.

 

I soccorritori dell’Area operativa Trentino centrale del Soccorso alpino sono intervenuti anche in aiuto a una persona in crisi di panico mentre stava partecipando a un’escursione guidata nella grotta Bus del Giaz in Paganella. Anche in questo caso, una squadra di terra ha accompagnato la ragazza fino all’ambulanza per il trasporto all’ospedale di Trento.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 gennaio - 22:26
I dati forniti dal Centro Nazionale Trapianti, la Provincia autonoma di Trento è a buoni livelli per il numero di donazioni per milione di [...]
Cronaca
30 gennaio - 11:53
La gattina di due anni è stata trovata nell'Alto Garda in condizioni molto difficili. Per salvarla è stato necessario farle flebo, reidratarla e [...]
Società
30 gennaio - 09:00
Il racconto a Il Dolomiti di Angela Kotyk: "E' il mio unico figlio, l'ho cresciuto da sola con mia mamma perché è orfano di padre: sono [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato