Contenuto sponsorizzato

Terreno sempre più provato dal maltempo, crollano rocce e detriti. Disagi in Valfloriana

Il crollo è avvenuto intorno alle 20. Da quel momento sono arrivati i soccorsi sul posto e dalle 23 è stato istituito il senso unico alternato

Pubblicato il - 27 November 2019 - 10:46

VALFLORIANA. Continuano su tutto il territorio gli smottamenti. Il terreno, infatti, è sempre più provato dopo le forti piogge delle ultime settimane e le grandi nevicate in quota e questa volta è toccato alla strada provinciale 71 rimanere chiusa per il crollo di diverse rocce e per il fatto che altre sono rimaste in bilico, in equilibrio precario, sopra la strada.

 

Il materiale roccioso è crollato sull'asfalto all'altezza del ponte di Predicella intorno alle 20 di ieri sera e subito sul posto si sono portati i vigili del fuoco di Valfloriana, il sindaco Michele Tonini, l'ispettore distrettuale Stefano Sandri e il servizio gestione strade.

 

 

Compresa la portata del dissesto si è provveduto prima a chiudere la strada per poi riaprirla intorno alle 23 con senso unico alternato sulla corsia più distante dalla parete rocciosa. Permanevano, infatti, delle situazioni di criticità legate proprio ai blocchi rimasti in quota e ad altro materiale pericolante che è stato rimosso.

 

 

Oggi sul posto ci sarà il geologo per verificare la stabilità di quanto rimasto e verranno completate le operazioni di disgaggio e di messa in sicurezza della strada.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 January - 13:44

L'allerta è scattata intorno alle 12.45 di oggi, sabato 23 gennaio, in zona del Dosso Costalta, parte sud-occidentale del Lagorai tra l’altopiano di Pinè e la val dei Mocheni. Sono in corso le operazioni e le attività di soccorso

23 January - 12:41

A oltre 80 anni dalla firma apposta da suo bisnonno Vittorio Emanuele III alle leggi razziali, l'erede di casa Savoia Vittorio Emanuele III ha voluto inviare una lettera di scuse alla comunità ebraica italiana. "E' arrivato il momento di fare i conti con la Storia". Ma perché questo gesto? 

23 January - 14:00

E' stata coinvolta una strada che era, però, già stata chiusa nella giornata di ieri per motivi di sicurezza. Non sono state coinvolte fortunatamente persone 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato