Contenuto sponsorizzato

Trentino Solidale, Casagranda: ''Se qualcuno ci accusa di essere razzisti non ci conosce. Noi aiutiamo tutti''

Il neo presidente risponde alle accuse di Carlo Rigotti e spiega: "Ogni giorno centinaia di volontari aiutano tantissime famiglie senza fare alcuna distinzione. Oggi copriamo tutto il  territorio provinciale"

Pubblicato il - 25 maggio 2019 - 19:37

TRENTO. “Accogliamo tutti come abbiamo sempre fatto e nel massimo rispetto. Sorprendono le critiche rivolte ad una attività portata avanti da moltissimi anni e che sta aiutando tantissime famiglie”. Giorgio Casagranda è il neo presidente di Trentino Solidale e risponde colpo su colpo alle critiche che gli sono arrivate dal suo predecessore, Carlo Rigotti, che ha deciso di dimettersi dopo un anno dall'elezione per il clima di “razzismo e di discriminazione” all'interno dell'associazione. (QUI L'ARTICOLO)

 

Trentino Solidale conta quasi 600 soci e con i propri progetti di aiuto riesce ormai a coprire l'intero territorio provinciale. “Io sono all'interno di questa associazione dal 21 maggio del 2010 – ci spiega Casagranda – e mi ricordo che abbiamo iniziato in quattro a raccogliere il cibo chiedendo in prestito il furgone dei padri Venturini e usando il loro sottoscale come magazzino. E' un attività che è cresciuta grazie al cuore di tanti volontari e chi oggi la critica in un certo modo significa che non la conosce per nulla”.

 

Il lavoro viene portato avanti quotidianamente dai volontari. In molte zone il cibo viene raccolto e distribuito direttamente alle famiglie. Vengono fatti circa 300 chilometri annui e si riescono a coprire zone da Vipiteno fino ad Affi.

 

“L'impegno che viene messo ogni giorno - spiega Casagranda– la dice lunga sui principi dell'associazione. Abbiamo anche avuto 83 persone che sono riuscite ad usufruire della pena alternativa e sono venute a darci una mano. Il rispetto non è mai mancato”.

 

L'obiettivo rimane uno solo: non sprecare il cibo e aiutare tutti senza fare alcuna differenza.

 

Le accuse di razzismo all'interno di Trentino Solidale,  Casagranda le rimanda al mittente . “ Siamo una delle poche associazioni – spiega – che al suo interno ha persone che arrivano da tutto il mondo. Noi diamo accoglienza e aiuto a chi ne ha bisogno e non facciamo certo differenze”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 06:01

A Castello Tesino, sabato sera, i tre sindaci della zona hanno organizzato una conferenza (molto partecipata a dimostrazione del fatto che la gente vuole essere informata) sul lupo ma non hanno avuto il supporto di nessun tecnico o assessore provinciale e, inconsapevolmente, hanno riportato anche alcune cose assurde (come che nella zona gli esemplari sarebbero ibridi, falsità totale) e alla fine la figura migliore l'ha fatta l'ex assessore Dallapiccola, presente in sala, che almeno ha portato la sua esperienza

22 settembre - 16:50

Zanetti è stato ritenuto “colpevole” di aver espresso solidarietà alla senatrice, recentemente passata da Forza Italia al nuovo gruppo fondato da Matteo Renzi, ma lui sottolinea: “Per capire serve cultura politica, c'è chi ce l'ha e chi no, per i secondi il silenzio è d'oro”

22 settembre - 14:57

Nelle sole due serate si sono superate le 22mila presenze. Alta la partecipazione anche a Poplar Cult nella fascia pomeridiana. Presenti persone di tutte le età e moltissime famiglie. Bocchio: "E' andato tutto bene e il successo di quest'anno dimostra un consolidamento del festival anche grazie al rapporto con le istituzioni". L'evento è stato seguito da Euregio Group che lo ha raccontato attraverso il Dolomiti, Radio Nbc, Radio Italia Anni 60 e Trentino Tv

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato