Contenuto sponsorizzato

Una valanga di fango e sassi invade la Sp251. Torna a fare paura la frana di Schiucaz

Il personale di Veneto strada sta monitorando il territorio colpito da diversi smottamenti. Anche la frana di Schiucaz è seguito in tempo costante dopo gli smottamenti avvenuti nelle ultime ore 

Pubblicato il - 18 novembre 2019 - 16:31

BELLUNO. Nonostante il brutto tempo abbia concesso una tregua per oggi sono continuati purtroppo gli smottamenti anche nel bellunese. Tra i più gravi la situazione avvenuta nel primo pomeriggio sulla strada provinciale 251 “della Val di Zoldo e Val Cellina”.

 

Si è verificata una frana nei pressi di località Dont. Un'intera carreggiata è stata invasa da fango e sassi costringendo la chiusura completa della viabilità. Sul posto si sono portati immediatamente i tecnici per verificare la situazione con i geologi per avviare le operazioni di ripristino.

 

Sempre nel bellunese ci sono altre situazioni critiche con diversi smottamenti sul territorio di Santo Stefano di Cadore dove è avvenuta l'esondazione di alcuni corsi d'acqua minori con trasporto terra e sassi che hanno coinvolto un campeggio.

 

Da giorni, inoltre, Veneto Strade sta lavorando alla frana di Schiucaz. Purtroppo le forti piogge di questi giorni e la particolare conformazione delle rocce hanno provocato qualche smottamento. La frana è monitorata in modo costante e anche in queste ore si sta operando direttamente sul versante per togliere gli elementi di fango e sasso che compongono la frana.

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 07 dicembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

09 dicembre - 13:08

L'Ente Nazionale Protezione Animali chiede ai primi cittadini delle ordinanze. Già il Consiglio comunale di Rovereto ha scelto di mettere dine ai fuochi d'artificio

09 dicembre - 05:01

C'è anche nel masterplan di sviluppo del Bondone ''Necessario tenere in considerazione gli importanti cambiamenti climatici in atto e valutare quindi con attenzione la necessità di anticipare un cambio di prospettiva dell’offerta turistica", ma la discussione politica non sembra ancora cominciata

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato