Contenuto sponsorizzato

Maltempo, frana sull'Alemagna. Fango e sassi bloccano diverse strade nel bellunese. Protezione civile al lavoro

La situazione nelle ultime ore è stata messa sotto controllo. L'allerta rimane ancora alta 

Pubblicato il - 04 October 2020 - 09:27

BELLUNO. Ore di lavoro anche nel bellunese a causa del maltempo che ha portato a frane, smottamenti, allagamenti e alberi abbattuti. Il maltempo ha colpito soprattutto nel pomeriggio creando molti disagi alla popolazione.

Una frana ha provocato la chiusura momentanea della strada statale 52 di Alemagna tra Valle di Cadore e Venas riaperta poi in serata.

 

Problemi per alberi abbattuti e smottamenti a causa della forte pioggia si sono avuti anche a Auronzo di Cadore, Posina e Seren del Grappa. Tutte le situazioni sono state messe in sicurezza e sotto controllo. Non ci sono stati fortunatamente dei feriti.

La situazione in Veneto nelle ultime ore è migliorata anche se l'allerta rimane alto.

 

Lo stato di attenzione (allerta gialla) è dichiarato sui bacini Alto Piave, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Adige-Garda e Monti Lessini, mentre lo stato di preallarme (allerta arancione, venerdì era rossa) è dichiarato sul bacino Piave Pedemontano, ossia le province di Belluno e Treviso.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 January - 05:01

In una conferenza stampa a senso unico, come al solito, dove è impossibile interloquire e quindi riuscire a capire davvero qualcosa i due vertici dell'Apss hanno provato a spiegare la situazione alla luce dei dati completi mostrati da il Dolomiti in questo grafico dell'Apss. Tra le motivazioni dei troppi decessi il fatto che la popolazione trentina è particolarmente anziana. In valore assoluto, però, l'Alto Adige lo è ancora di più (il 15,6% della popolazione rispetto al 14,1% del Trentino di over 65) quindi quei 350 decessi in più non si spiegano

27 January - 22:12

In particolare nel mese di novembre il Trentino è stato travolto dal contagio, ma solo una parte parziale dei dati è stato comunicato ufficialmente. L'ex rettore Bassi: " Per due mesi ci hanno raccontato che 'gli ospedali si erano riempiti perché i trentini ultra settantenni erano un po' troppo scapestrati e invece di starsene a casa, andavano in giro e si contagiavano'. Una bugia, purtroppo una delle tante"

28 January - 08:24

Le ricerche fatte nell'Adige al momento non hanno portato ad alcuna novità. Intanto sono spuntati dei testimoni sul tentativo del figlio di recarsi in un autolavaggio per lavare l'auto ma è stato fermato dai carabinieri 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato